Caro affitti, il sindaco di Venezia allo studente: “Paghi 700 euro? Non meriti di conseguire la laurea”

WhatsApp
Telegram

“L’altro giorno viene un ragazzo da me, e mi dice ‘io ho trovato un posto letto a 700 euro. Per me son troppi”. Gli ho detto ‘tu non meriti di diventare laureato, perché se ti fai fregare 700 euro per un posto letto non meriti di diventar classe dirigente. Però bisogna saper cogliere una parte positiva, cioè la segnalazione di un malessere, di un problema”.

Così il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, rispondendo ai giornalisti sul problema del caro affitti per gli studenti.

La sua dichiarazione ha suscitato numerose critiche da parte dell’opposizione, che l’ha interpretata come una gaffe. Il sindaco ha cercato di difendere la sua posizione, sostenendo che, nonostante ci siano progetti per la creazione di ostelli e altre soluzioni abitative, la questione richiede una risposta immediata. Brugnaro ha inoltre suggerito che gli studenti dovrebbero considerare di lavorare durante gli studi e ha messo in discussione l’aspirazione a un modello di vita universitaria basato esclusivamente sullo studio e sul divertimento, tipico dei campus americani.

L’opposizione ha espresso la sua indignazione, sostenendo che il sindaco non dovrebbe criticare uno studente per aver accettato un affitto alto, ma piuttosto dovrebbe regolamentare le locazioni turistiche. Il Partito Democratico di Venezia ha accusato il sindaco di non conoscere adeguatamente la città che amministra e di non avere una strategia per affrontare il problema dell’abitabilità per i residenti, sia permanenti che temporanei.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: cosa studiare e come prepararsi. Corso di formazione, libro “Studio rapido” e simulatore per la prova scritta