Carenza docenti sostegno, la ricetta: aumento di posti per tfa. Avviata indagine

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Corsi TFA sostegno: potrebbero essere varati al più presto, per dare una pronta risposta alla cronica mancanza di insegnanti di sostegno nelle scuole italiane. 

Abbiamo troppe cattedre sostegno scoperte – ha affermato ieri il Ministro durante l’audizione per l’esposizione delle linee programmatiche del suo dicastero – e troppi insegnanti di sostegno non formati”.

“Abbiamo – ha detto  – inoltre avviato una indagine interna per capire perché a settembre non abbiamo avuto una struttura per le necessità della scuola”

“Ho riattivato osservatorio inclusione e da subito inserito 5 milioni nella formazione degli insegnanti di sostegno e formazione del personale in generale. Dobbiamo tendere a scuole inclusive, in tutte le sue formulazioni”.

Questo impegno si concretizzerà nel prossimo avvio del corso TFA sostegno V ciclo, al quale potranno partecipare anche i docenti idonei alle precedenti selezioni.

E’ allo studio un ampliamento del numero dei posti nelle varie Università. I posti totali, già autorizzati, sono 40.000

I requisiti di accesso finora noti:

  1. abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure
  2. laurea coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso+ 24 CFU in discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche.
  3. gli ITP continueranno a partecipare con il diploma fino al 2024/25. Da quella data laurea triennale + 24 CFU.

N.B. L’articolo va considerato sulla base della normativa oggi vigente.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione