Cara Tiziana, hai avuto coraggio due anni fa a non presentare domanda di immissione. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Amelia Ziccardi – Cara Tiziana De Chiara, docente entrata in ruolo da GAE dopo 17 anni, sono una docente che ha aderito al piano nazionale appartenente alla fase C.

Devo riconoscere che hai avuto coraggio due anni fa a non presentare domanda, soprattutto non ti sei lasciata convincere dalle organizzazioni sindacali a farlo, ne’ terrorizzare da chi preannunciava la scomparsa delle GAE e quindi la fine di ogni possibilità di entrare in ruolo ( a meno che non si riuscisse a superare un altro concorso)
Ebbene io , che avevo un numero di anni di precariato maggiore del tuo, mi sono lasciata convincere, pur avendo una situazione familiare simile alla tua. Mi corre l’obbligo però di correggerti: anzitutto i privilegiati del concorso 2012 hanno occupato tutti i posti disponibili in provincia e nonostante la deroga al vincolo triennale, per quanto riguarda gli assunti di fase C , solo coloro muniti di 104 ( e non sai quanti professori malati ci sono……mah neanche in un nosocomio) sono tornati.
Io, che sono campana, resto saldamente ai confini, in Friuli perché qui non c’è posto. Attenzione però : 2 anni fa ho conseguito la specializzazione per il sostegno: speravo che passando sulle attivita di sostegno mi sarei avvicinata, non pretendendo certo la Campania, ma almeno il Lazio.
Invece neanche questo mi ha permesso di tornare! Certo poi quando vedi che docenti senza titolo ottengono l’incarico annuale ,pensi ancora di più di aver fatto un errore due anni fa e soprattutto vivi una situazione che incide sulla tua salute in modo pesante.
Per cui non dare colpe a noi che già da soli sappiamo di averne tante e in bocca al lupo

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare