Cara Ministra, i soldi per i tablet li faccia transitare per acquisto ventilatori. Lettera

WhatsApp
Telegram
ex

Inviata da Mario Bocola – Cara Ministra Azzolina, stiamo vivendo uno dei periodi più tristi della nostra storia dal dopoguerra in poi.

Ci troviamo a combattere contro un nemico invisibile, occulto che si insinua nel nostro corpo, nelle nostre vite, nei nostri affetti più cari. Sta modificando la nostra quotidianità, le nostre abitudini, il nostro modo di vivere e di essere. Siamo chiusi in casa con genitori anziani, mogli, fidanzate e figli, immersi tra mille problemi che ora sembrano diventati un vero macigno che ci pesa sulle spalle. Io sono un po’ più grande di Lei e a memoria d’uomo non ricordo un periodo più nefasto come quello che stiamo attraversando.

Dalla didattica in presenza fatta di contatti umani di strette di mano, abbracci, incitamenti con gli alunni e di chiacchierate con i colleghi siamo
stati da un momento all’altro catapultati nella didattica a distanza, grazie alla potenza della tecnologia e della multimedialità. È vero che la tecnologia unisce mondi assai lontani, ma nulla è più bello di quando c’è il contatto umano e diretto con le persone fatto di gesti, di sentimenti, di emozioni che sono unici e irripetibili nella natura umana.

Lei, Ministra, ci sta dando tanti suggerimenti, dalle stanze di Viale Trastevere attraverso la sua pagina facebbok fa sentire la sua voce che ci incoraggia, La ringrazio quando afferma che la scuola in questo momento terribile non si deve fermare ma andare avanti, pero voglio dirle una cosa. Gli 85 milioni destinati alla scuola per l’acquisto dei tablet e dei supporti informatici, li faccia transitare nella sanità per l’acquisto dei ventilatori polmonari che in questo momento sono assolutamente necessari negli ospedali. La salute è e deve restare una priorità assoluta. Riguardo all’anno scolastico in corso ci faccia al più presto capire qual è il suo orientamento preciso. So che le sue decisioni sono vincolate soprattutto ai pareri
del Comitato Scientifico dell’Istituto Superiore della Sanità, ma vista la situazione generale un rientro a scuola a breve termine non sarà possibile.

Lei ha detto che, qualunque costo, l’anno scolastico sarà salvo, tuttavia occorre prendere decisioni ponderate sullo svolgimento degli Esami di terza media e di maturità. Ha parlato di Esame di Stato serio, ma in questo momento così difficile quale serietà può avere un esame che deve tener conto prioritariamente del periodo che tutti stiamo attraversando e in particolar modo i nostri studenti che ora si trovano confusi,
disorientati, frastornati e reclusi in casa. Osservi, cara Ministra, la realtà drammatica che stanno vivendo molte famiglie italiane con più figli da accudire: è una realtà amara, brutta, fatta di momenti di tensione e di angoscia di un avvenire prossimo molto incerto. Tuttavia dobbiamo andare avanti e anche questa volta #celafaremo.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiornato con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO