Caos supplenze Gps, Buondonno (SI): “La genialata dell’algoritmo è un disastro. Si sospenda immediatamente questa modalità”

Stampa

“Ci sembra inaccettabile quello che sta succedendo sulle graduatorie provinciali dei supplenti annuali: la genialata dell’algoritmo si è rivelata un disastro, che non può essere derubricato ad un banale “problema tecnico”. Rivela, invece, da parte del Governo e del Ministero dell’Istruzione, l’assoluta mancanza di attenzione reale sia alla scuola e alle sue necessità urgenti, in un momento drammatico; sia di rispetto nei confronti dei docenti precari, delle loro vite reali.”

Lo afferma il responsabile nazionale scuola di Sinistra Italiana, Giuseppe Buondonno.

Ed è grave – prosegue l’esponente della segreteria nazionale di SI – per gli effetti concreti che sta provocando, oltre all’idea inqualificabile che i docenti siano solo dei numeri, da combinare, dunque, secondo logiche matematiche”.

Una visione miope, ammantata da un efficientismo tecnocratico che, alla luce di quanto sta accadendo, risulta assolutamente ridicolo, ma che fa emergere anche problemi di trasparenza, non aggirabili con risposte burocratiche. Bisogna sospendere questa modalità e rimettere ordine e chiarezza nelle assegnazioni, con urgenza, perché l’inizio delle lezioni è vicinissimo.

Il “governo dei migliori” aveva assicurato che a settembre tutte le cattedre sarebbero state coperte: non sarà così ma in più le scelte non fatte in assunzioni, stabilizzazioni e classi più piccole fanno sì che gli Uffici Scolastici continuino, mentre siamo ancora in piena pandemia, a sfornare classi di 30 alunni e oltre. Avevamo chiesto al Ministro Bianchi di dare indicazione chiara ai suoi uffici, perché ignorassero i vecchi e insostenibili criteri numerici; ma nulla ha fatto, in questo senso. Si sospenda almeno – conclude Buondonno – la girandola impazzita dell’algoritmo che ha, evidentemente, perso il ritmo.”

Stampa

Eurosofia avvia il nuovo ciclo formativo: “Coding e pensiero computazionale per la scuola del primo ciclo”