Caos sui certificati medici per le assenze scolastiche, polemica in Calabria

WhatsApp
Telegram

In Calabria è scoppiata una polemica sui certificati medici necessari per giustificare le assenze degli studenti dalle lezioni. Da un lato, diverse sigle sindacali dei medici regionali hanno lamentato richieste “illegittime” di certificati medici retrodatati da parte di alcuni dirigenti scolastici, con la minaccia di bocciatura per gli alunni che non li avessero presentati.

Dall’altro lato, diversi dirigenti scolastici hanno respinto queste accuse, affermando che nessun preside ha richiesto certificati retrodatati, ma semmai alcuni genitori li hanno richiesti indebitamente ai medici dopo la malattia del figlio.

I medici avevano ricordato che l’unico certificato previsto dalla legge è quello di riammissione dopo 5 giorni di assenza, abolito però da una recente legge regionale del 25 ottobre 2023. Per loro le assenze vanno giustificate con l’autocertificazione dei genitori, come previsto dal patto di corresponsabilità scuola-famiglia.

I presidi invece sostengono che la legge regionale non ha abolito ogni certificazione, ma solo l’obbligo di certificato medico per rientrare dopo 5 giorni di malattia. Secondo loro, spetta ai genitori richiedere il certificato al medico durante la malattia del figlio, non dopo, per documentare assenze prolungate che possano compromettere la validità dell’anno scolastico, soprattutto alle superiori e alle medie dove vige l’obbligo formativo.

Una disputa accesa, che segnala ancora una volta le difficoltà nell’applicare correttamente le norme sulle giustificazioni delle assenze, un tema delicato che vede contrapposti il diritto alla salute e all’istruzione dei ragazzi.

Addio certificato medico per rientro a scuola dopo la malattia: ecco in quali regioni

Con la Calabria, sono 16 le regioni che hanno abolito il certificato medico di rientro a scuola dopo la malattia. In questi territori, dunque, dopo i 5 giorni di assenza gli studenti non saranno tenuti a portare il certificato medico. Bisogna tuttavia ricordare che esistono alcune eccezioni: gli stessi pediatri hanno infatti specificato che il certificato medico occorre solo per le malattie soggette a notifica al servizio di igiene pubblica dell’Asp (Aziende pubbliche di servizi alla persona) e sono queste situazioni specifiche che hanno periodi di isolamento domiciliare stabiliti per legge come è accaduto durante la pandemia da Covid-19.

Dunque, le Regioni che hanno abolito il certificato medico al momento sono:

  • Abruzzo
  • Basilicata
  • Provincia di Bolzano
  • Calabria
  • Friuli-Venezia Giulia
  • Emilia-Romagna
  • Lazio
  • Liguria
  • Lombardia
  • Marche
  • Piemonte
  • Sardegna
  • Provincia di Trento
  • Toscana
  • Umbria
  • Veneto

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri