Caos in merito alla confluenza dell’indirizzo Biologico-Brocca nelle varie regioni italiane

di Lalla
ipsef

Docenti e personale dell’IIS "Santoni" Pisa – L’IIS "Santoni" di Pisa si è visto cambiare la confluenza alla data del 9 marzo 2010 da "chimica, materiali e biotecnologie sanitarie" a "Liceo delle scienze applicate".

Docenti e personale dell’IIS "Santoni" Pisa – L’IIS "Santoni" di Pisa si è visto cambiare la confluenza alla data del 9 marzo 2010 da "chimica, materiali e biotecnologie sanitarie" a "Liceo delle scienze applicate".

E’ da sottolineare che la prima confluenza, naturale sbocco del corso di studio biologico, è stata attribuita con atti ufficiali del usp di pisa in data 19/02/2010, dalla comunicazione ufficiale dell’Assessore provinciale all’Istruzione della Provincia di Pisa, M. Celoni, al Dirigente scolastico dell’IIS "Santoni" in data 4/03/2010 e così risultava nella pagina "dettaglio scuola" del sito MIUR, database "cerca la scuola" fino all’8/03/2010.

Analoga situazione si è verificata per l’Istituto Monna Agnese" di Siena

La cosa incredibile è che tutte le altre scuole italiane con indirizzo Biologico-Brocca e con titolo di uscita come il nostro si sono viste attribuire e CONFERMARE alla data di oggi 18 marzo 2010, la confluenza nelle biotecnologie.
Perchè tutto questo? E’ lecito cambiare le regole ad orientamento ormai concluso? E perchè solo in Toscana? gli uffici preposti si barricano dietro un rimpallo di responsabilità a dir poco sconcertante, non curanti del danno all’offerta formativa, alla scuola e non per ultimo all’inevitabile decurtazione dei posti di lavoro.

Questa la cronologia dei fatti

-Alla data 19 febbraio il CSA di Pisa comunica alle scuole medie le confluenze degli istituti superiori nei corsi del nuovo ordinamento. Per quanto riguarda il corso biologico "Brocca" dell’istituto "Santoni"di Pisa viene confermata la prevista confluenza nell’indirizzo C6, articolazione Biotecnologie Sanitarie. Questa confluenza rispecchia, in termini di discipline, contenuti delle stesse, classi di concorso preesistenti, la soluzione meno riduttiva e che consente di mantenere nella provincia di Pisa una formazione nell’ambito della microbiologia e delle biotecnologie, le cui applicazioni sono sempre più richieste in vari ambiti produttivi. A questa stessa conclusione e a questa stessa confluenza sono giunti la maggior parte dei corsi biologici italiani, come si può verificare anche in data odierna a partire dal sito del MIUR

-In data 27 febbraio sul sito della Regione Toscana il foglio "Toscana notizie"a proposito del riordino delle scuole superiori parla di "ridurre il danno"e, in attesa di un quadro certo, rinviare la creazione di scuole e indirizzi

-Il 4 marzo 2010 l’Assessora Celoni convoca tutti i Dirigenti scolastici della Provincia di Pisa e conferma quanto comunicato dal CSA, ribadendo le confluenze riportate sul sito del MIUR, database “cerca la scuola”. (gambacorti: indirizzo tecnico- chimica, materiali e biotecn. Sanitarie.)

-8 marzo 2010: il Dirigente scolastico dell’Istituto Santoni di Pisa riceve una convocazione urgente per il giorno dopo, senza specifiche di oggetto. Per vie indirette si viene a sapere che ci sono cambiamenti di confluenza per il corso Brocca che verrà fatto confluire su liceo delle scienze applicate. (facciamo subito una stampa del sito del ministero che, alla data 8 marzo, riporta la confluenza del
corso biologico del Santoni nelle biotecnologie sanitarie )

– 9 marzo: il Dirigente scolastico del Santoni riceve ufficialmente la comunicazione di cui sopra. Il sito del ministero viene aggiornato con la nuova confluenza.

-11 marzo "Toscana Notizie " titola: Superiori, "confluenze automatiche "per il riordino e sottotitola: Per l’anno scolastico 2010-2011 in Toscana applicazione pedissequa . L’articolo poi si conclude con l’indicazione dei corsi che confluiranno nella nuova opzione della scienze applicate . Dal sito del MIUR scompare anche per il corso biologico di Siena la confluenza nelle biotecnologie e compare quella nelle scienze applicate

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione