Cangemi(PCI): dagli studenti un forte segnale contro le politiche del governo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato – Forti mobilitazioni studentesche hanno attraversato oggi l’Italia, contro le politiche del governo gialloverde che attaccano la scuola pubblica, ne colpiscono la possibilità di svolgere la propria essenziale funzione, la svuotano di senso.

L’incredibile comportamento sugli esami di maturità, i tagli delle risorse, la promessa tradita di abolizione della legge 107, gli imbrogli su alternanza scuola/lavoro e Invalsi: sono le scelte governative che i cortei studenteschi hanno giustamente denunciato e condannato. Sullo sfondo,inoltre, vi è la gravissima minaccia di marca leghista dell’autonomia differenziata, che spezzando l’unità del sistema scolastico nazionale, colpisce il più grande fattore unificante del paese e apre enormi spazi alla privatizzazione.

Dalle giovani generazioni oggi è venuto uno straordinario segnale: è possibile costruire una combattiva opposizione alle scelte devastanti del governo e al senso comune reazionario che la Lega vuole imporre al paese.

L’impegno dei comunisti è quello di lavorare quotidianamente per rafforzare la mobilitazione nelle scuole, per connettere la battaglia per la difesa dell’istruzione pubblica alle altre lotte sociali, per costruire una iniziativa costante per cambiare il drammatico quadro sociale e politico del paese.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione