Cangemi (PCI): “Formazione docenti imposta e ipocrita”

Stampa

È grave l’annuncio di un decreto ministeriale che, dal prossimo anno scolastico, imporrà a tutti i docenti privi di specializzazione sul sostegno e che hanno nelle loro classi almeno un alunno con disabilità 25 ore di formazione. Obbligatorie, senza compenso, senza esonero dal servizio – ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale Scuola del PCI.

Siamo di fronte a un atto di autorità che invade una materia tipicamente contrattuale e aggrava i carichi di lavoro senza alcuna retribuzione. Un segnale pesante ma non sorprendente delle intenzioni generali del governo sulla scuola“, prosegue l’esponente politico.

Nello specifico siamo di fronte, anche, a un inaccettabile atto di propaganda ipocrita che finge di interessarsi all’inclusione nel momento stesso in cui si taglia il sostegno con il nuovo PEI. L’idea di fondo è quella scaricare sempre nuovi compiti su organici sempre più ristretti di insegnanti“, continua Cangemi.

È necessario che di fronte a questo attacco alla condizione degli insegnanti (che non è il primo e non sarà l’ultimo) si apra una riflessione, fuori dalle nebbie del “patto per la scuola”, sulle politiche reali del governo sulla scuola. E sulla necessità di una forte mobilitazione contro di esse“. – ha concluso Cangemi.

Sostegno, 25 ore obbligatorie di formazione per docenti non specializzati che hanno alunni con disabilità in classe. No esonero dal servizio. In arrivo decreto

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi