Candidati ammessi al concorso con riserva, il cammino si ferma alla prova preselettiva?

di Lalla
ipsef

red – Alla domanda sul motivo per cui alla prova preselettiva siano stati ammessi anche candidati non abilitati (la domanda era un po’ vaga), il Ministro risponde riportando la problematica a coloro che sono stati ammessi con riserva, in virtù di istanze cautelari.

red – Alla domanda sul motivo per cui alla prova preselettiva siano stati ammessi anche candidati non abilitati (la domanda era un po’ vaga), il Ministro risponde riportando la problematica a coloro che sono stati ammessi con riserva, in virtù di istanze cautelari.

Ne ha parlato nella videochat su RAI Uno, affermando che "alcune persone hanno fatto il test, naturalmente se non ne hanno le condizioni, non saranno ammesse" "Non ci saranno ammessi con riserva alle prove scritte, i candidati saranno "ammessi" oppure "non ammessi"

"Chi non ha promosso il ricorso – dice il Ministro – non ha perso alcuna possibilità. Il prossimo anno ci sarà un nuovo concorso, ci si prepari per quello"

Il riferimento è al fatto che nei prossimi giorni gli USR controlleranno i titoli di accesso per i candidati che hanno superato la prova preselettiva e qualora il titolo non sia conforme a quanto richiesto nel bando, saranno esclusi dalla procedura.

Concorso a cattedra, Uffici scolastici al lavoro per il controllo del titolo di accesso

Siamo però in attesa di conoscere quale sarà la mossa dei candidati che hanno promosso i ricorsi, ritenendo giuridicamente non corrette le limitazioni del bando nella parte in cui escludeva i candidati non abilitati, laureati dopo il 2001/02 in caso di laurea quadriennale e 2002/03 se quinquennale.

La videochat

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione