Camper a scuola per far conoscere la chirurgia plastica: divampa la polemica a Napoli

WhatsApp
Telegram

La chirurgia plastica promossa a scuola. Promossa tra i giovani come “cultura dello stare bene per potersi relazionare al meglio con gli altri e affrontare la propria vita”

“Una pessima iniziativa”: così il Centro italiano femminile definisce in una nota “il camper sulla chirurgia plastica davanti alle scuole di Napoli organizzato dall’assessorato all’Istruzione della Regione Campania”.

“Non è questo ciò di cui hanno bisogno i nostri ragazzi”, sostengono nella nota Fiorella Girace, presidente Cif provinciale di Napoli, Marinella Gargiulo presidente Cif regionale della Campania, Maria Aurilia e Nora Di Nocera del Cif regionale della Campania.

“Nella città con il più alto tasso di dispersione scolastica d’Italia, nella Regione maglia nera per l’obesità infantile è assolutamente necessario occuparsi di ben altre questioni – spiegano – Promuovere una corretta alimentazione ad esempio, promuovere lo sport e finanziare strutture affinché anche nelle scuole lo si possa praticare seriamente. Invece no, l’assessora Lucia Fortini cosa fa? Organizza un bel convegno insieme ad autorevoli relatori dal titolo ‘La Chirurgia plastica e la salute della Donna’ e presenta il progetto ‘In Forma’ per promuovere con un camper davanti alle scuole napoletane la chirurgia plastica affinché non sia un tabù!”.

“Non siamo contrarie alla chirurgia plastica ovviamente, in molti casi utile per ridare serenità e garantire una vita migliore. Siamo assolutamente contrarie all’iniziativa voluta dalla Fortini invece. Parlare di questo davanti alle scuole? – aggiungono – Come se i nostri ragazzi non avessero già modelli di discutibile perfezione che gli vengono continuamente proposti. Un messaggio che contribuisce a mettere ulteriormente in crisi i giovani nella difficile fase di accettazione del proprio corpo”, concludono.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur