Campania, troppi contagi tra docenti e studenti a Pagani: “Scuole chiuse fino all’11 gennaio” ORDINANZA

Stampa

Il sindaco di Pagani, Raffaele De Prisco, con un’ordinanza ha disposto la chiusura delle scuole fino all’11 gennaio.

Nella città in provincia di Salerno, la situazione, sul fronte Covid-19, non è ancora tranquilla, tutt’altro: dunque il primo cittadino attua il pugno duro per contenere i contagi. Chiuse di tutti gli istituti di ogni ordine e grado. Il sindaco consiglia di tenere chiuse anche gli asili nido, le scuole private e quelle paritarie.

ORDINANZA

“Non ci sono le condizioni per poter rientrare in sicurezza a scuola: a Pagani la didattica a distanza continuerà fino al prossimo 11 gennaio. La curva epidemiologica in città non accenna ad abbassarsi e a Pagani i contagi che ruotano intorno al mondo della scuola sono troppo elevati”, ha specificato De Prisco.
Secondo i dati elaborati, infatti, il 30% tra alunni, insegnanti, personale scolastico e familiare risulterebbe attualmente positivo al Covid-19. Una situazione non sostenibile e che potrebbe ulteriormente degenerare con un ritorno in aula degli alunni. Anche per le scuole private, paritarie e asili nido è sconsigliata la didattica in presenza, salvo il rigoroso rispetto del protocollo di sicurezza”, continua.
“Ringrazio i dirigenti scolastici per il lavoro che stanno portando avanti tra mille difficoltà – ha dichiarato – e ribadisco la piena disponibilità di questa amministrazione a venire incontro alle loro esigenze, sia per sopperire alle difficoltà di tante famiglie nella mancanza dei mezzi per lo svolgimento della Dad, sia per valutare caso per caso le esigenze degli alunni con disabilità”.

Stampa

L’Eco Digitale di Eurosofia, il 14 dicembre segui la Tavola rotonda:“Didattica a distanza e classe capovolta – Ambienti di apprendimento innovativi”