Campania, lockdown rinviato. De Luca tira dritto: didattica a distanza al 100%, scuola pericolosa fonte di contagio

Stampa

Dopo la Conferenza Stato-Regioni il governatore della Regione Campania si ritrova a dover rinviare l’annunciato lockdown regionale. Il Governo, secondo quanto anticipa l’Ansa, non intenderebbe “assumere drastiche misure restrittive a livello nazionale, quindi diventa improponibile realizzare misure limitate a una sola regione, al di fuori di una decisione nazionale che comporterebbe anche incontrollabili spostamenti al di fuori dei confini regionali”.

De Luca resta distante dalla linea governativa soprattutto sulla scuola. Secondo il governatore “è necessaria la didattica a distanza” e “sulle scuole sono state fatte affermazioni stupide e irresponsabili”. De Luca ritiene sia fondamentale proseguire le attività didattiche in modalità a distanza, tranne per gli asili, perché la scuola resta “pericolosa fonte di contagio”, soprattutto per gli assembramenti che si creano all’ingresso e all’uscita dagli edifici scolastici senza protezioni.

Dai dati dell’Unità di crisi si evince che, nelle due settimane successive all’apertura, i contagi nella fascia d’età fino a 18 anni sono cresciuti di nove volte, per tale ragione si rende necessaria la Dad in tutte le scuole.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia