Camere sciolte, ma Miur continua a lavorare per concorsi e inizio anno scolastico con tutti i docenti in classe

Stampa

Lo scioglimento delle Camere, l’avvio della campagna elettorale, le nuove elezioni terranno banco fino al 4 marzo ed oltre. Ma nel frattempo l’attività burocratica del Miur prosegue come sempre.

Atteso in questi giorni il bando per il primo dei concorsi che saranno indetti nel corso del 2018 per i docenti precari. Ma si continua a lavorare anche per gli altri.

Fedeli: concorso abilitati già indetto. A febbraio quello per i docenti con 3 anni di servizio, poi quello ordinario per laureati

E ancora, in una intervista a Quotidiano.net Valeria Fedeli assicura “Ora le Camere sono sciolte ma il governo continua a lavorare: abbiamo fatto un accordo con i sindacati prima di Natale perché il prossimo anno scolastico inizi nel modo più serio e preciso con tutti i docenti in classe”

Un impegno al quale il Ministro, anche se non dovesse più essere in carica, tiene particolarmente e per questo pensa di anticipare tutte le operazioni, dagli organici alla mobilità alle assunzioni. Nella speranza che non si tratti di un “tutto è andato bene” fittizio, come accaduto quest’anno, quando a fronte delle rassicurazioni del Ministro ancora oggi negli Uffici Scolastici vengono pubblicate convocazioni dei supplenti.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur