Cambiamento climatico, un progetto per aumentare la consapevolezza degli studenti

Stampa

Aumentare la consapevolezza degli studenti di tutto il mondo sulle catastrofiche conseguenze del cambiamento climatico, spingerli a trovare soluzioni, ad agire:

il Climate Action Project offre anche alle scuole italiane la possibilità di entrare in un programma collaborativo e gratuito di sei settimane sul cambiamento climatico che ha già coinvolto finora 2,6 milioni di studenti in 136 paesi, attingendo alle competenze di scienziati, responsabili politici e attivisti di organizzazioni come la NASA, il World Wildlife Fund e le Nazioni Unite.

E sono oltre 90 le scuole del nostro paese che hanno già risposto all’appello: dall’ ISIS Falcone di Barrafranca in Sicilia, al Don Milani e ITCG Angioy di Carbonia in Sardegna, all’Istituto Marymount e Liceo Vittoria Colonna di Roma, al Liceo Alessandro Volta di Como, fino all’Istituto Tecnico Statale Giacomo Quarenghi di Bergamo, oltre 90mila studenti si sono impegnati attivamente dall’inizio del programma, nel 2017.

Tra i punti più qualificanti del progetto segnaliamo:

l’approvazione ricevuta dal Segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres (Climate Action Project è stato selezionato per essere una delle 100 innovazioni globali di HundrED, https://hundred.org/en/innovations/climate-action-project#b3bb723b).

  • Gli studenti portano le loro conoscenze a casa e discutono della reale minaccia del cambiamento climatico con la loro famiglia e gli amici e li convincono a fare cambiamenti importanti.
  • Gli studenti invitano il governo e le istituzioni ad agire: firmare una petizione per l’azione per il clima.
  • Il curriculum e il programma delle lezioni sono disponibili in inglese, italiano e molte altre lingue.
  • Tutti i partecipanti ricevono un certificato ufficiale di riconoscimento dal programma acclamato a livello internazionale.
  • Studenti provenienti da più di 135 paesi si sono uniti ai leader mondiali e agli esperti ambientali durante un webinar dal vivo per celebrare l’azione per il clima e la collaborazione globale. http://www.climate-action.info/day/

“L’obiettivo del progetto è aumentare la consapevolezza insegnando alle giovani generazioni le conseguenze del cambiamento climatico poiché loro saranno i futuri leader – ci ha detto Amy Bivin-Bruni, ambasciatrice italiana di Climate Action Project – Ma questo argomento cruciale, che affronta la più grande sfida ambientale che il mondo abbia mai affrontato, non può essere appreso memorizzando i fatti e valutando le definizioni. Stiamo cercando di realizzare un cambiamento di comportamento, consentendo agli studenti di trovare soluzioni e agire in modo da ottenere un notevole impatto e persino un cambiamento di mentalità della società per migliorare la giustizia climatica”.

Il progetto invita, infatti, gli studenti a esaminare le cause e gli effetti del cambiamento climatico, a partecipare a scambi virtuali e sessioni di presentazione dei mentori e a proporre soluzioni per la giustizia ambientale attraverso il servizio, la ricerca, le campagne di difesa e persino le invenzioni. “Durante il progetto gli studenti lavorano per sviluppare le proprie soluzioni al cambiamento climatico dopo aver costruito conoscenze fondamentali – continua Bivin-Bruni – considerando pregiudizi e prove scientifiche, stabilendo fonti attendibili e creando connessioni personali con il lavoro di giustizia ambientale. Gli studenti ampliano le prospettive della crisi climatica oltre le mura delle scuole attraverso interviste intergenerazionali e scambi virtuali di classe con studenti di tutto il mondo, le cui esperienze personali sono spesso diverse dalle loro”.

Tra le iniziative realizzate finora nelle scuole italiane:

  • Creazione di bioplastica
  • Collaborazione in real-time con studenti in scuole in Asia, America Latina e Africa
  • Lettera di esortazione all’azione rivolta a Papa Francesco e inclusa dal Santo Padre nelle azioni dell’enciclica Laudato Sii.
  • Trasformazione delle scuole partecipanti ad essere Plastic Free.

Contact:

Koen Timmers, Lead Climate Action Project, [email protected],

Amy Bivin-Bruni, Italian Ambassador Whatsapp: [email protected]

www.climate-action.info

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese