In calo precari in cattedra. Almeno fino a ieri

di redazione
ipsef

red – Calo di due punti percentuale rispetto al 2010/11, dopo un incremento dello 0,2% tra il 2009/10. Picco maggiore nel 2006/07. Effetto delle immissioni in ruolo.

red – Calo di due punti percentuale rispetto al 2010/11, dopo un incremento dello 0,2% tra il 2009/10. Picco maggiore nel 2006/07. Effetto delle immissioni in ruolo.

I docenti a tempo determinato in cattedra nel 2010/11 sono stati 115.735, leggermente meno del dato relativo al 2009/10, quando si contavano 116.973 docenti a td. Il picco maggiore nel 2006/07 quando si contavano 152.375 docenti precari in cattedra, pari al 18% del totale dei docenti.

Secondo le stime ministeriali, il dato al 1-10-2011 (quindi anno scolastico 2011/12) presenta una flessione rispetto a quello del 2010/11, con il 12,7% di docenti precari rispetto al totale dei docenti in cattedra. Per rintracciare un dato più basso bisogna risalire al 2001/02 quando la percentuale era dell11,6%. 

Almeno fino a ieri. Infatti, ci siamo appena accorti che c’è stata una modifica del report pubblicato dal miur e relativamente ai dati dei docenti precari è stata espunta la percentuale dei docenti precari per l’anno 2011/12 aggiornati al primo di ottobre. Vi pubblichiamo il grafico originale e quello che è stato modificato in secondo tempo. L’intero  report

Grafico con il dato di ottobre

Grafico modificato, senza il dato di ottobre

Versione stampabile
anief anief
soloformazione