Calo investimento PIL scuola pubblica, l’inquietante quesito di Repubblica.it

di
ipsef

red – "Che si tratti della prova generale per dirottare verso le scuole private grandi masse di alunni che frequentano le scuole pubbliche?"

red – "Che si tratti della prova generale per dirottare verso le scuole private grandi masse di alunni che frequentano le scuole pubbliche?"

Si tratta dell’inquietante quesito contenuto nell’articolo di repubblica "Nel documento del governo nuovi tagli. Popolazione scolastica diminuirà"

Secondo quanto già riferito dalla nostra redazione, dal DEF abbiamo appreso che nei prossimi anni la quota del PIL investita sulla scuola scenderà dall’attuale 4,2% al 3,7% del 2015. La motivazione è legata a vari fattori, tra i quali i tagli, il congelamento dei contratti e il calo della popolazione scolastica.

Repubblica si è posto un altro quesito, se dietro tale previsione, ed in particolare del calo della popolazione scolastica, non ci sia la volontà di dirottare studenti verso le scuole private. Domanda che viene supportata anche dalle considerazioni legate alle ultime affermazioni del Primo Ministro circa i docenti comunisti e l’erogazione del buono scuola.

L’articolo

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione