Callori (Fdl): 25mila posti docenti vuoti, serve continuità su sostegno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il consigliere regionale dell’Emilia Romagna di Fratelli d’Italia, Fabio Callori, come riferisce Piacenza sera, sottolinea la necessità di stanziare dei fondi per la scuola per stabilizzare i precari e risolvere il problema del sostegno.

Non c’è tempo da perdere, per cambiare servono fondi. Non possiamo continuare ad avere ricercatori precari di 45 anni, o professori non di ruolo che cambiano ogni due mesi. Si devono stabilizzare al più presto gli insegnanti che lo meritano” afferma Callori.

Ci saranno per tutto l’anno scolastico almeno 122mila supplenze, in media una ogni sette cattedre. Alcune stime sindacali arrivano a 170-200mila. Si ipotizza che circa 25mila posti restino vuoti per assenza di candidati. Si allunga dunque la lista delle regioni, come Emilia-Romagna, Veneto, Lombardia e Piemonte, con sempre più graduatorie ad esaurimento e di merito prive di candidati. Per far fronte alla situazione sono in corso le chiamate” prosegue il consigliere.

Callori si sofferma sulla grave situazione del sostegno a fronte dell’aumento degli alunni con disabilità: “A mancare all’appello sono soprattutto docenti di sostegno, si parla di circa 300, i cui posti verranno affidati probabilmente a personale non specializzato reclutato dalle graduatorie di istituto. L’aspetto inquietante è questo: se metti un docente di sostegno precario è quasi sicuro che l’anno successivo non seguirà quell’alunno. Quindi non ci sarà quella continuità didattica fondamentale per un ragazzino certificato“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione