Call veloce, Azzolina: “2500 docenti hanno presentato domanda, ho letto tanti messaggi di felicità”

Stampa

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, nel corso dell’intervista a Radio 24, ha parlato anche della call veloce.

La call veloce “è uno strumento nuovo, ha margini di miglioramento, sono 2500 i docenti che hanno presentato domanda, ho letto tante messaggi di felicità da chi ha ottenuto la cattedra”, afferma Azzolina.

“Erano state spedite circa 10 mila domande, chi poi non ha portato a termine la procedura forse ha avuto paura di trasferirsi a causa dell’emergenza Covid. Credo che sia stata una buona possibilità, qualcuno l’ha colta, credo sia uno strumento che deve rimanere anche per il prossimo anno”, conclude.

Le assunzioni da call veloce possono essere fatte sui posti che non sono stati coperti nella fase delle immissioni in ruolo “tradizionali” per mancanza di aspiranti nelle graduatorie concorsuali della regione o nelle GAE della provincia.

Le assunzioni sono disposte rispettando la ripartizione al 50% tra graduatorie dei concorsi e GAE.

Per le graduatorie concorsuali si seguirà il seguente ordine:

a) graduatorie di concorsi pubblici per titoli ed esami nell’ordine temporale dei bandi
b) graduatorie dei concorsi riservati selettivi per titoli ed esami, nell’ordine dei bandi
c) graduatorie di concorsi riservati non selettivi, nell’ordine temporale dei bandi

Se si rifiuta una nomina in ruolo da call veloce, lo ricordiamo, si resta inseriti nelle graduatorie finalizzate alle immissioni in ruolo nella regione o nella provincia di provenienza.

Leggi anche

Docenti neoassunti con call veloce: ecco gli elenchi degli USR. Quando prendere servizio

Immissioni in ruolo con call veloce: cosa succede se si accetta o rifiuta proposta? Vincolo 5 anni [SCHEDA UIL]

Docenti assunti da call veloce: decorrenza giuridica 1° settembre ma economica dalla presa di servizio

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur