Calendario scolastico. Tra referendum e ponte dell’Immacolata studenti a casa anche per 10 giorni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Si avvicina un maxi ponte per gli studenti italiani; infatti a metà dicembre, tra referendum costituzionale e festa dell’Immacolata, i ragazzi potrebbero starsene a casa anche per una decina di giorni.

Il Ministero dell’istruzione, in vista della consultazione popolare del 4 dicembre ha inviato una nota agli uffici scolastici regionali dando indicazioni per la chiusura degli istituti scolastici sede di seggio elettorale. Considerando che lo svolgimento del voto avverrà nella sola giornata di domenica, dalle 7.00 sino alle 23.00, i locali dovranno essere adibiti a sede di seggio – secondo quanto indicato dal Viminale – dal pomeriggio del giorno 2 dicembre sino all’intera giornata del 5 dicembre “salvo diverse intese in sede locale”.

Si comincia dunque venerdì pomeriggio per tornare a scuola martedì 6, sempre che gli istituti riescano a provvedere alle pulizie dei locali utilizzati per il voto in tempo. A Milano tuttavia di tornare in classe non se ne parla visto che mercoledì e giovedì è vacanza per la festa patronale di Sant’Ambrogio e poi per quella dell’Immacolata. Ci sarebbe poi il ponte vero e proprio dell’Immacolata con la chiusura, già annunciata da molte scuole del paese, dall’8 all’11 con ritorno tra i banchi lunedì 12 dicembre.

Una manciata di giorni per chiudere verifiche e interrogazioni del quadrimestre e poi dal 23 dicembre di nuovo a casa per le vacanze di Natale.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione