Calendario scolastico Sicilia, Fava: visione scuola e insegnanti come privilegiati cui togliere vacanze

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il calendario scolastico della regione Sicilia, per l’a.s. 2018/19, presenta importanti novità, di cui abbiamo già parlato in due diversi nostri articoli.

Sicilia: festa autonomia sarà cancellata, ma si insegnerà cultura siciliana. Stanziati 14 milioni di euro

L’Assessorato, in pratica, ha escluso dalla soglia dei 200 giorni di lezione pause e gite varie, alle quali sono riservati 11 giorni  Calendario scolastico 2018/19, in Sicilia 200 giorni di lezione escluse le gite. La protesta dei dirigenti

La decisione della Regione è stata criticata dal deputato di #CentoPassi, Claudio Fava che ha sottolineato l’importanza delle attività svolte al di fuori dell’aula.

Queste le parole del deputato regionale: “Eliminare, di fatto, le attività extra aula significa ridurre l’istruzione a mero atto trasmissivo e burocratico. Esattamente il contrario di quando servirebbe in una regione che accumula record negativi nel settore della scuola e dell’istruzione. Il calendario scolastico varato dal governo regionale finirà per colpire gli studenti con maggiori disagi socio-economici a cui sarà tolta la possibilità di arricchire il proprio bagaglio culturale attraverso attività fuori dall’aula”.

Fava conclude affermando: “ Ci stupisce la mancanza di dialogo tra assessorato e operatori scolastici … ci preoccupa questa visione del ruolo della scuola e degli insegnanti trattati ancora una volta come privilegiati cui togliere vacanze e non come professionisti che meritano rispetto e riconoscimento sociale e istituzionale“.

Versione stampabile
anief
soloformazione