Calendario scolastico, i docenti bocciano le lezioni fino al 30 giugno: l’87% dice no

Stampa

L’ipotesi, fatta circolare nelle scorse ore, di un possibile allungamento delle lezioni al 30 giugno per permettere agli studenti di recuperare gli apprendimenti perduti, ha fatto scalpore.

Non è la prima volta che se ne parla. Già prima di Natale, tramite la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, si era parlato di questa eventualità: “Sono le Regioni ad essere competenti sul calendario scolastico. È possibile allungare il calendario se si sono perse delle lezioni. Ovviamente dobbiamo considerare che le scuole non si possono tenere aperte. Si può quindi pensare a giugno”.

A dicembre la redazione di Orizzonte Scuola aveva già sondato l’umore dei propri utenti con un risultato netto: i docenti sono contrari a prolungare il calendario scolastico fino al 30 giugno o più

Dal canto loro, i sindacati hanno già fatto sapere di non essere proprio propensi a tale soluzione. Bisogna vedere come recepiranno la proposta (se lo faranno) le regioni.

Nel frattempo, i primi contrari al prolungamento delle lezioni in estate sono proprio i diretti interessati: i docenti. Il sondaggio mostra, infatti, che su quasi 13 mila partecipanti, oltre 11 mila si sono detti contrari all’idea di fare scuola fino a giugno o oltre. Solo poco più di 1500 hanno invece accolto l’ipotesi positivamente.

Ecco alcuni commenti in tal senso: “Recuperare a giugno-luglio, oltre che essere impossibile per le tempistiche di esami di maturità e test d’ammissione all’università, equivarrebbe a dire che in questi mesi abbiamo scherzato. Che i nostri sforzi non sono serviti a niente e che siamo stati davanti a un PC per tutte le ore di lezione (e oltre per i professori) inutilmente. Se si vuole recuperare, allora non si fa nulla né DAD, né attività asincrone. Riposo“. O ancora: “Non abbiamo nulla da recuperare: si fa lezione ogni giorno per 6/7 ore in DDI ed a giugno iniziano gli esami di maturità! La calura è talmente alta, che gli orali si svolgono in un’agonia senza fine!

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur