Salvini attacca Calenda: “Ignorante e razzista su studenti istituti tecnici”. La risposta: “‘Papeete’ studia prima di parlare”

WhatsApp
Telegram

E’ tempo di elezioni e la campagna elettorale si infervora, facendo leva anche sulla scuola:  scontro a distanza Calenda-Salvini sulla scuola a Metropolis, Il leader di Azione risponde ad un video del segretario leghista, in cui Salvini critica la proposta di Calenda di far frequentare a tutti i ragazzi il liceo, o almeno un biennio.

Ma questo è un intrattenitore, non è un politico, io non ho detto questo“, risponde Calenda. “Ho detto – spiega – che molti dei ragazzi che frequentano gli istituti tecnici, ed è un dato scientifico, hanno un problema di preparazione gigantesco. E che quindi non è giusto che solo i figli della borghesia possano frequentare il liceo, ma che invece tutti, almeno per i primi due anni, hanno diritto ad avere una preparazione alla cultura. Quindi è l’opposto di una politica classista, di cui mi accusa Salvini“.

Ma per spiegare a Salvini qualcosa sulla scuola, bisognerebbe che Salvini l’abbia frequentata la scuola, cosa che io dubito“, aggiunge Calenda, subito interrotto dal conduttore Gerardo Greco: “Salvini ha fatto il liceo classico“, “uno di quelli che non funziona“, replica Calenda. “No un buon liceo di Milano“, aggiunge Greco.

Poco prima della fine dell’intervista, il giornalista Greco torna sull’argomento: “Mi fa sapere la Lega che Salvini ha frequentato il Manzoni di Milano, uno dei migliori licei classici d’Italia“. “Allora c’è da rivedere anche il liceo classico“, commenta Calenda.

Il botta e risposta prosegue anche oggi, 25 agosto.

Calenda ha detto che i ragazzi che frequentano gli istituti tecnici e professionali valgono di meno, hanno meno cultura e hanno più problemi. Uno che dice così è ignorante e razzista“. Così il segretario della Lega Matteo Salvini, partecipando a un appuntamento elettorale a Frosinone.

Il leader della Lega, fa riferimento ad una proposta che il leader di Azione aveva spiegato alcuni mesi fa al Corriere della Sera. Dichiarazioni che qualche settimana fa sono tornate attuali in vista della campagna elettorale.

La risposta del leader di Azione: “Senti Papeete, invece di proporre finte flat tax e sistemi ungheresi, studia prima di parlare. C’è un gigantesco problema di livello di competenze dei ragazzi. Basta leggere i report europei e Ocse. Sappiamo che per te cultura e istruzione sono temi sconosciuti. Per noi no“.

A sostegno di Salvini, entra nel dibattito un altro leghista, Rossano Sasso, sottosegretario all’Istruzione: Calenda#esci dalla Ztl e torna nella realtà. Quando vuoi ti faccio fare un giro nei nostri istituti professionali e alberghieri: ragazze e ragazzi che sono pronti per il mondo del lavoro. Conta fino a 3 quando parli di loro, delle loro scuole e dei loro insegnanti“. 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur