Calcolo Ferie personale ATA a tempo pieno su 5 giorni

di redazione

item-thumbnail

Il servizio gratuito di Orizzonte Scuola per il calcolo delle ferie per il personale ATA. Tutta la casistica per non arrivare impreparati in segreteria. 

Chiede un nostro lettore

Sono un collaboratore gentilmente vorrei sapere quanti giorni di ferie e di festività sopp. mi toccano con un contratto che va dal 4/10/2018 al 30/06/2019 con 36 ore settimanali divise su 5 giorni  a ore 7,12 e il conteggio delle ferie  già fruite come viene calcolato  a 1,2 o 1 normale grazie

di Giovanni Calandrino – Innanzitutto diciamo che le ferie del personale assunto a tempo determinato sono proporzionali al servizio prestato.

La proporzione da effettuare è la seguente:

360 : 30/32 = n° dei giorni di servizio : x

Dunque le spettano 22,42 giorni di ferie e 2,99 giorni di festività (calcolo effettuato su base 30, con meno di tre anni di servizio.)

Computo dei giorni di ferie in caso di settimana articolata su cinque giorni di lavoro:

L’Orientamento Applicativo del 06.05.2014 dell’ARAN, afferma che il sesto giorno è considerato lavorativo ai fini del computo delle ferie:

Le ferie del personale ATA vengono regolate dal CCNL 29.11.2007, all’art. 13 comma 5 in cui viene specificato che nel caso in cui il POF d’istituto preveda la settimana articolata su cinque giorni di lavoro il sesto è considerato lavorativo ai fini del computo delle ferie. In questo modo, è irrilevante per il calcolo delle ferie che la settimana lavorativa di 36 ore sia articolata su cinque o sei giorni.

Pertanto ai fini del computo delle ferie, i giorni di ferie goduti per frazioni inferiori alla settimana vengono calcolati in ragione di 1,2 per ciascun giorno.

Calcolo ferie personale ATA: servizio di Orizzonte Scuola. Tutti i quesiti

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads