Calabria, superiori in presenza dal 1° febbraio. Spirlì: pronti a richiuderle. Perché i bambini devono essere esposti al contagio?

Stampa

“Le scuole superiori apriranno il primo di febbraio, i ragazzi torneranno con la didattica in presenza”. Lo ha detto il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, durante una diretta social.

E ha proseguito: “La prossima settimana gli alunni delle superiori potranno rientrare a fare lezione”. Spirlì però si dice pronto a richiudere le scuola qualora la situazione contagi dovesse essere critica.

“Su tutte le altre scuole, elementari e medie, non abbiamo potuto fissare altra soluzioni, c’è una decisione del Consiglio di Stato che ci ha obbligato alla riapertura. Io però continuo a non capire perché i bambini debbano essere esposti al contagio, mentre gli adulti possono lavorare in smart working”.

“Da genitore – ha sottolineato – sarebbe una cosa che non sopporterei. E i banchi a rotelle? Dobbiamo andare a buttare tutti quelli che avevamo, e ci costerà pure l’ira di dio smaltirli, dei banchi nuovi che non servono ad un’amata cippa”.

Riapertura scuole Calabria, il Consiglio di Stato boccia la Regione: niente DaD per primaria e secondaria di primo grado

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur