Caccia agli insegnanti in Lombardia: l’anno scolastico inizierà con la solita certezza, serviranno 14mila supplenti

WhatsApp
Telegram

Iniziate le operazioni delle immissioni in ruolo, tra poco spazio anche a quelle relative alle supplenze. La caccia al professore, però, continua. Soprattutto nelle regioni settentrionali.

Anche per il prossimo anno scolastico migliaia di cattedre a Milano dovranno essere coperte da supplenti. Dei 6.149 posti disponibili per l’immissione in ruolo, infatti, ne sono stati assegnati solo 1.708, perciò – pur considerando qualche decina di cattedre da coprire ricorrendo alle Graduatorie a esaurimento (Gae) e alla “call veloce”, cioè l’apertura ai docenti che pur avendo superato il concorso non abbiano trovato posto nella regione scelta – serviranno circa 4.400 supplenti.

Ad oggi, quindi, è stato assegnato il 28% dei posti disponibili.

“Ora ragioniamo sui numeri, ma poi ci sono le scelte delle persone. È probabile che ci saranno rinunce e bisogna considerare le deroghe per il sostegno che arriveranno nei prossimi mesi” spiega Massimiliano Sambruna, segretario generale della Cisl Scuola Milano, a La Repubblica.

La preoccupazione per le cattedre scoperte è forte anche a livello regionale. Ad oggi su 18.549 posti a ruolo disponibili, conteggiando sia quelli di materia che quelli di sostegno, ne sono stati assegnati 4.248, quindi sarà necessario individuare circa 14.000 supplenti.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur