Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Cambiare la routine di classe attraverso il gioco, scarica allegato con alcuni esempi

Stampa

A due mesi dall’inizio delle lezioni (è finito il primo bimestre), mentre molti insegnanti purtroppo sono costretti, ancora, con la conduzione delle lezioni da casa e in modalità DaD, altri sono rimasti fisicamente nelle aule. Il riferimento, naturalmente, ai numerosi docenti ancora a scuola (Infanzia, Primo Ciclo ed alcune mostre bianche della Secondaria Superiore. Ma con quale modello operare? Nell’uno e nell’altro caso esistono modelli e sfide. Ogni modello porta le sue sfide.

Negli edifici scolastici, quasi tutte le preoccupazioni operative, dagli orari delle lezioni che favoriscono le distanze sociali ai tempi di pulizia, hanno implicazioni per l’istruzione. Alcuni insegnanti potrebbero dover adattare i corsi da periodi giornalieri di 45 minuti a blocchi di 90 minuti a giorni alterni (in caso di didattica a distanza); altri avranno bisogno di capire come pianificare il lavoro in gruppi più piccoli (molte classi sono state ridimensionate in ragione degli spazi a disposizione delle istituzioni scolastiche) in modo che si allinei con gli arrivi scaglionati degli autobus. Le culture di classe sono basate sulla collaborazione o sul lavoro di gruppo cambieranno.

Le decisioni difficili
I dirigenti scolastici stanno affrontando decisioni difficili e ad alto rischio.
Tuttavia, gli esperti dicono che ci sono alcune priorità per l’istruzione quest’anno che interessano gli ambienti di apprendimento. Una comunicazione frequente tra studenti, insegnanti e genitori è essenziale per coinvolgere nuovamente gli studenti a scuola, soprattutto se la classe è online in questo autunno. Sfidare gli studenti con un lavoro cognitivamente impegnativo e fornire loro supporto dove necessario, è più importante che mai poiché le scuole prevedono una significativa perdita di apprendimento.
Discuteremo queste priorità e presenteremo idee per adattare routine di classe comuni a contesti remoti o socialmente distanti

La priorità: impegno frequente e significativo
Si raccomanda che ogni studente abbia un’interazione significativa con almeno un insegnante ogni giorno. In un ambiente virtuale, potrebbe essere utile un consiglio sincrono o una riunione mattutina. Indipendentemente dal metodo, la comunicazione non dovrebbe sovraccaricare gli insegnanti. I team possono suddividere i turni degli studenti e di altri docenti e possono condividere parte delle responsabilità. Anche la pubblicazione di lezioni video e check-in per consentire agli studenti di accedere in modo asincrono è incoraggiata, ma non sostituisce una conversazione individuale.

La priorità: lavoro cognitivamente impegnativo
Un profondo impegno intellettuale mancava. Anche in un ambiente completamente remoto, gli studenti dovrebbero avere l’opportunità di discussioni sincrone o asincrone, feedback personalizzato da parte degli insegnanti e coaching. Dovrebbero analizzare il testo, lavorare su complicati problemi di matematica e testare ipotesi, in modo indipendente e insieme ad altri studenti. Centrare questo lavoro cognitivamente impegnativo può motivare gli studenti dal punto di vista scolastico, ma è anche un modo per mantenerli emotivamente coinvolti nell’apprendimento a distanza.

La priorità: rispondere alla valutazione formativa
Gli insegnanti hanno sempre incorporato dei controlli (verifiche) per la comprensione della procedura apprendimento-insegnamento nelle loro lezioni. Ma quest’anno, poiché gli studenti hanno iniziato, quasi subito nelle secondarie superiori, la scuola con un apprendimento incompleto, è particolarmente importante capire dove le lacune potrebbero impedire agli studenti di comprendere. Gli esperti raccomandano di non iniziare l’anno con un test formale o standardizzato, consigliando invece agli insegnanti di utilizzare la valutazione formativa per capire dove gli studenti potrebbero aver bisogno di ulteriore supporto per impegnarsi con il lavoro. Rispondere a questa esigenza didattica è il passo successivo.
Gli insegnanti possono fornire feedback nel contesto della lezione, se gli studenti necessitano solo di un rapido promemoria o di un aggiornamento. La moderazione della collaborazione asincrona degli studenti, ad esempio sui forum di chat, offre agli insegnanti l’opportunità di fornire un feedback che chiarisce idee sbagliate o approfondisce la comprensione. Gli insegnanti possono anche preparare scaffali virtuali in anticipo, fornendo modalità di ancoraggio digitali o registrazioni di se stessi analizzando un esempio del lavoro degli studenti.
Gli orari scolastici, sia di persona che online, dovrebbero essere progettati in modo che gli insegnanti e gli specialisti abbiano tutto il tempo per lavorare con gli studenti che necessitano di ulteriore supporto, oltre a quello che possono ricevere nel contesto dell’istruzione dell’intero gruppo.

How to: Presentati agli studenti all’inizio dell’anno
Alcuni insegnanti hanno registrato un video introduttivo che accoglie gli studenti in classe e li aiuta a conoscerli. Nella prima sessione di lezione online, gli insegnanti hanno offerto agli studenti un tour dell’ambiente online, spiegando dove troveranno i compiti, come possono partecipare e qualsiasi norma di classe. Questo tour virtuale può anche essere registrato o scritte e pubblicate istruzioni chiave, in modo che gli studenti possano tornare indietro e rivedere in seguito, se necessario. Chi non lo ha fatto potrebbe farlo adesso. È utilissimo, talvolta, indispensabile.
Anche se il video può essere un buon modo per connettersi, gli insegnanti non hanno bisogno di richiedere che ogni studente abbia il proprio feed video per ogni lezione sincrona. Ci sono problemi di equità qui: gli studenti potrebbero connettersi tramite un’app sul telefono, effettuare una chiamata o non disporre della larghezza di banda per il video.
E proprio come farebbero gli insegnanti in una classe tradizionale, anche in caso di inizio di un lockdown, durante la didattica mista o la DaD, dovrebbero anche usare il tempo per spiegare orari e routine nello spazio online: in quali finestre di tempo saranno disponibili gli insegnanti e la modalità con la quale dovrebbero essere contattati dagli studenti. A che ora è la lezione ogni settimana e quando saranno restituiti i compiti?

Procedura: tenere una discussione a distanza
Le discussioni in classe avranno un aspetto diverso nella dimensione online a differenza che quello di persona. “Dibattiti a ruota libera, in stile seminario” sono difficili da portare a termine in una classe Zoom con 20-30 studenti. Alcuni insegnanti hanno avuto più successo in gruppi più piccoli, suddividendo la classe in tempi di riunione sincroni più piccoli o circolando tra sessioni interattive simultanee.
Le discussioni possono svolgersi anche in un ambiente asincrono, con bacheche che consentono agli studenti di rispondersi a vicenda.
In una classe di matematica, ad esempio, un insegnante potrebbe condividere (con il permesso) due esempi di lavoro degli studenti che dimostrano la risoluzione dello stesso problema in modi diversi. Potrebbe pubblicare questi esempi, insieme ad alcuni suggerimenti di discussione, in un forum di discussione e chiedere la reazione degli studenti. Quando gli studenti rispondono, dovrebbe moderare la conversazione, spingendo gli studenti a ragionare creativamente o a chiarire i malintesi.
Indipendentemente dal modo in cui gli insegnanti strutturano le conversazioni, può essere utile fornire una tabella che illustri chiaramente l’aspetto di una partecipazione piena e ponderata in ogni ambiente.
Anche opportunità di discussione meno formalizzate possono aiutare a costruire relazioni.

Come: pianificare una lezione di arte, musica o educazione fisica a distanza sociale

Arte
In arte, un gruppo di studenti non dovrebbe usare lo stesso set di materiali del successivo. Potrebbe essere necessario che gli insegnanti d’arte ruotino le lezioni: usando carta e matite colorate per il primo blocco della giornata, e poi acquerelli per il secondo, per esempio.

Musica
Per le lezioni di musica, si raccomanda di non cantare in gruppo o d’insieme. Neppure in classe. Solo on line. Esibizioni e concerti possono essere registrati o trasmessi in streaming online.

Educazione fisica
Le scuole dovrebbero considerare di tenere lezioni di educazione fisica all’aperto quando possibile, con un uso limitato o nullo delle attrezzature. Alcuni educatori hanno iniziato a pianificare giochi senza contatto per l’educazione fisica o le pause. Forniremo un elenco di giochi “favorevoli alla pandemia” per i giovani studenti da utilizzare, se in una dimensione di fisicità, durante la ricreazione al coperto e all’aperto.

Suggerimenti internazionali di giochi

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021. Preparati con CFIScuola!