Bussetti: uso cellulari in classe dipende da regolamenti di istituto. Esiste autonomia didattica

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Compiti per le vacanze per il ministro Bussetti. Il titolare del Miur ha dichiarato di voler approfittare del periodo di stasi della scuola dal punto di vista didattico per agire di conseguenza ed essere pronti a settembre.

Ci stiamo stiamo organizzando – ha detto il Ministro, parlando a margine di un convegno alla Banca d’Italia – per verificare gli aspetti che consentiranno di migliorare la scuola“.

Rispondendo alle domande di alcuni giornalisti, il Ministro si è espresso anche sulla questione dei cellulari in classe. Come riporta l’Ansa, per Bussetti, “La linea in Italia è ben definita, esistono i regolamenti d’istituto che rientrano nell’autonomia didattica, le scuole hanno già dei regolamenti interni. Sicuramente quella francese è una opportunità per riflettere sull’uso consapevole dei telefonini in classe, ben venga“.

L’uso degli smartphone in classe è argomento tornato alla ribalta nelle ultime settimane, soprattutto dopo l’approvazione in Francia della legge che ne limita l’uso.

L’idea di proporre una legge per disciplinarne l’uso anche in Italia è stata qualche giorno fa di Mariastella Gelmini, deputata di Forza Italia, ex ministra dell’Istruzione nel Governo Berlusconi.

 

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione