Bussetti: smontata Buona Scuola, merito 10. Dall’abolizione della chiamata diretta alla stabilizzazione dei precari

Stampa

Il Ministro Bussetti è intervenuto sulla Buona Scuola renziana, ricordando quanto fatto dall’Esecutivo al fine di superarne le principali criticità.

Il Ministro ha elencato i provvedimenti approvati al fine succitato, nel corso di un’intervista a “La Verità”, ed ha ricordato i principali aspetti negativi della legge 107/2015, riguardanti in primis la mobilità, il reclutamento e l’avvio dell’anno scolastico.

Questi i provvedimenti volti a superare le criticità della Buona Scuola, elencati da Bussetti:

  • abolizione chiamata diretta;
  • esami di Stato;
  • stabilizzazione precari (a questo proposito Bussetti dice “abbiamo avviato procedure concorsuali… e sono pronti i bandi per reclutare ancora“)

Riguardo agli esami di Stato, anche se il Ministro non lo specifica, sono state apportate delle modifiche alla riforma varata dal precedente esecutivo, come ad esempio il nuovo colloquio con le buste.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur