Bussetti sulla donazione di sangue: giusto sensibilizzare i ragazzi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il vicepremier Matteo Salvini ha proposto di introdurre la donazione ‘volontaria obbligatoria’ di sangue nelle scuole.

Il vicepremier aveva affermato qualche giorno fa: “Perchè se li becchi a 18 anni poi te li tieni per i successivi 40 anni. Io ho cominciato a donare il sangue grazie al mio papà, che per i 18 non mi ha regalato il motorino, ma mi ha portato all’Avis”.

Salvini ha definito la donazione del sangue anche “una questione di sicurezza nazionale, perchè se non lo raccogli lo compri ed in altri Paesi non ci sono i controlli rigorosi presenti in Italia”.

Il ministro Bussetti ha commentato la proposta a margine di un incontro a Milano, al Palazzo delle Stelline.

“Donare il sangue è un aspetto fondamentale della nostra crescita e della nostra formazione perché vuol dire pensare agli altri” ha detto il ministro.”Educare i ragazzi è sicuramente importante; già con l’Avis stiamo facendo tanti progetti – ha aggiunto Bussetti -. I ragazzi devono essere sensibilizzati e sapere quanto bene possono fare con una piccola donazione”

Salvini, donazione di sangue “volontaria obbligatoria” a scuola

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione