Bussetti: rispetto per gli insegnanti, non si usi “prof” per il caso di Prato

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Precisazione del Ministro Bussetti sulla vicenda della donna rimasta incinta da uno studente quattordicenne.

Le agenzie giornalistiche hanno lanciato la notizia dicendo che si trattava di una insegnante. Ma in realtà si trattava di una operatrice socio sanitaria.

Una vicenda che ha indignato gli insegnanti, che hanno chiesto a gran voce che la categoria non fosse coinvolta.

L’intervento del Ministro Bussetti

Con un messaggio su FB il Ministro afferma “La donna protagonista del triste caso di cronaca che si è verificato a Prato non è una “prof”.  È emerso con chiarezza, infatti, che si tratta di un’operatrice socio sanitaria che dava ripetizioni di pomeriggio.

Gli esiti della vicenda che la vede coinvolta saranno decisi nelle sedi opportune. Intanto sarebbe giusto e rispettoso per la categoria degli insegnanti smettere di usare la parola “prof” negli articoli dedicati a questa storia che con la scuola non ha nulla a che vedere.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione