Bussetti: nuova riforma è impensabile, insegnamento è missione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il ministro Marco Bussetti è intervenuto stamane al congresso nazionale della Fidae ed ha parlato di parità e di autonomia.

“Fare una riforma della scuola, oggi, è impensabile: con l’ultima, la Buona Scuola, la parte normativa non è stata spesso seguita da quella operativa e l’Osservatorio per la disabilità, per fare solo un esempio, a luglio non era ancora mai stato convocato”, ha detto il ministro.

“Quella del docente la considero non una professione ma una missione – ha aggiunto il ministro – i genitori oggi svolgono un ruolo non facile e la scuola è l’unica vera agenzia educativa.

La scuola è indispensabile per la formazione e la crescita dei ragazzi. La tendenza che c’e’ oggi a ‘mettere in bancarella’ quante più cose si possono per attrarre gli studenti, come il bilinguismo alle elementari. L’autonomia ha portato competizione legata anche al numero delle iscrizioni”. Invece bisogna porre attenzione “alle attitudini dei ragazzi e questo va fatto capire soprattutto ai genitori” ha concluso.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione