Bussetti: lavorare più sulle attitudini degli studenti che sulle competenze

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nella visita di qualche giorno fa a Caivano, all’istituto superiore Francesco Morano, il ministro Bussetti ha commentato il progetto presentato dal Moige, ‘Giovani Ambasciatori contro il cyberbullismo per un web sicuro’ e ha affrontato il tema dell’abbandono scolastico.

Bussetti ha detto: “Il cyberbullismo non rientra tra le forme di educazione alla legalità, aspetto su cui noi dobbiamo lavorare. È per questo che introdurremo l’educazione civica, che comprenderà anche questo argomento“.

Poi ha affrontato anche il tema della dispersione scolastica, rilevando che il problema è di respiro generale e non solo delle zone meridionali. Ed è invece partendo proprio da Caivano, ha spiegato Bussetti che “vogliamo però dare un segnale importante, e dire che oggi è arrivato l’appoggio del Governo. È un dovere dei dirigenti denunciare l’evasione scolastica“.

Secondo Bussetti, il fenomeno della dispersione è “strettamente correlato anche all’orientamento scolastico dei ragazzi, che è fondamentale. Spesso l’abbandono scolastico – ha aggiunto il Ministro – è il frutto di un fallimento, di scelte non coerenti con le attitudini e la vocazione dei ragazzi. Come ministero lavoreremo proprio su quelle che sono le attitudini degli studenti, più che sulle competenze, affinché i ragazzi abbiano il coraggio di affrontare la vita secondo quelli che sono i propri desideri“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione