Bussetti: in classe non si può fare politica

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Niente politica, siamo a scuola. A sostenere il concetto è il ministro della Pubblica Istruzione, Marco Bussetti, interpellato dal quotidiano La Verità.

Il giornale diretto da Maurizio Belpietro ha scritto un articolo sul caso del sindaco di Riace, Mimmo Lucano, il cui modello di accoglienza è citato nel libro di storia di prima media.

A domanda dei giornalisti Francesco Borgonovo e Antonio Grizutti, il ministro Bussetti risponde: “In classe non si deve fare politica. La scuola a il compito fondamentale di stimolare il pensiero critico, i docenti siano responsabili. Non si può strumentalizzare i testi né indottrinare studenti e alunni”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione