Bussetti: concorsi: 16 mila posti infanzia e primaria, 48.535 per la secondaria

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il calo demografico che si traduce in un calo di iscritti a scuola è colpa della crisi. Lo ha ribadito il ministro Bussetti, parlando a margine di Futura, l’evento di Genova sulla scuola digitale. 

Come rileva anche il quotidiano Secolo XIX, secondo Bussetti la scuola sta pagando ora, in termini di numeri di alunni iscritti, le conseguenze del calo di nascite più consistente avvenuto fra il 2008 e il 2012.

La soluzione è secondo il Ministro quella di “rivedere i parametri del ridimensionamento della rete scolastica” e “per questo apriremo un tavolo tecnico con le regioni per provare a introdurre una maggiore flessibilità dal punto di vista dell’autonomia“.

Poi ha rassicurato sui concorsi. “A breve – parola di Ministro – usciremo con il bando per i posti per la scuola dell’infanzia. Si pensava a 10 mila, ma saranno 16 mila posti in Italia. Si sta lavorando anche alle richieste per le procedure concorsuali per le scuole secondarie di primo e secondo grado

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione