Bussetti, concorsi e graduatorie di immissione in ruolo. Il video

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nella giornata di ieri, il Ministro Bussetti è intervenuto al question time alla Camera, rispondendo a diversi quesiti, tra cui quello relativo alle azioni del Governo per sopperire ai vuoti di organico, che si creeranno in seguito al pensionamento con quota 100 e alle istanze precedentemente presentate.

Il Ministro ha risposto al quesito ricordando le procedure concorsuali avviate e da avviare per l’assunzione in ruolo dei precari e la copertura delle cattedre vacanti.

Bussetti: assunzioni da concorsi e GaE

Bussetti: avvio anno scolastico regolare, ecco le graduatorie da cui si assumerà in ruolo

Concorso ordinario infanzia e primaria, Bussetti: imminente autorizzazione Mef. Poi il bando

Bussetti è oggi ritornato sull’argomento con un post su FB:

Oggi nel mio intervento alla Camera dei Deputati su ‘Quota 100’, ho assicurato che la regolarità dell’avvio del prossimo anno scolastico sarà garantita grazie a una serie di misure, anche legislative, che ho fortemente voluto in questi primi nove mesi del mio mandato.

Proprio in virtù di queste, sono già state avviate – o sono di imminente attivazione – diverse procedure concorsuali che permetteranno di far fronte al ‘turnover’ immettendo in ruolo nuovi docenti non solo attingendo dalle graduatorie a esaurimento, ma assumendo anche i vincitori dei precedenti concorsi e di quelli in fase di svolgimento.

Le assunzioni 2019/20, secondo quanto affermato dal titolare del Miur, avverranno dai concorsi (concorsi 2016 primaria/infanzia e secondaria, concorso secondaria 2018, concorso straordinario infanzia e primaria) e dalle GaE.

Concorsi da bandire

Il Ministro ha affermato che le assunzioni nella scuola secondaria e primaria/infanzia avverranno anche attraverso i concorsi che devono essere ancora banditi. E’ evidente che i due nuovi concorsi non potranno essere conclusi per le assunzioni 2019/20.

Ecco il video con la risposta del Ministro:

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione