Bussetti, calo demografico non depotenzierà livello istruzione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il calo demografico non depotenzierà il livello di istruzione.

Lo ha affermato il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, in una lunga intervista rilasciata a la Nuova Sardegna. Il titolare del Miur non ha connotato il dato a livello regionale, bensì ha precisato che si tratta di un fenomeno a livello nazionale.

L’Italia – ha detto il Ministro, reiterando il messaggio lanciato in occasione dell’avvio dell’anno scolastico – ha bisogno di più scuola: è l’istituzione in cui più delle altre si costruisce più concretamente il futuro“.  Entrando, invece, nel dettaglio della situazione della Regione e degli effetti sul corpo docente, ha rassicurato che “L’ufficio scolastico regionale è attivo da tempo per far sì che l’organico rimanga stabile nonostante la riduzione degli alunni“. Ha poi ribadito anche per la Sardegna la sua idea di scuola aperta anche fuori dall’orario curricolare per consentire attività sportive, musica, consolidare conoscenze e competenze degli studenti.

Per raggiungere questo obiettivo, Bussetti manterrà aperto il confronto con i sindacati e Regione, convinto del fatto che per migliorare la scuola è necessario avviare il confronto con tutti i soggetti coinvolti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione