Bussetti annuncia concorsi, ma sciopero scuola confermato il 17 maggio per precari II e III fascia

WhatsApp
Telegram

L’annuncio del ministro Bussetti di nuovi concorsi non è stato sufficiente a dare una risposta significativa alle richieste dei sindacati.

L’incontro di ieri sera al Miur si è concluso con la conferma dello sciopero del 17 maggio.

La riunione era stata indetta per cercare una soluzione alla richiesta di maggiori risorse per il rinnovo contrattuale e per discutere sull’autonomia differenziata, ovvero la regionalizzazione dell’Istruzione.

Il Ministro Bussetti ha annunciato l’avvio di due concorsi ordinari

Infanzia e primaria 

Secondaria I e II grado

Secondo la Cgil, nessuna proposta risolutiva è stata presentata circa le tante emergenze che incombono sulla scuola: dalla fase transitoria per i docenti di II e III fascia, alla copertura posti vacanti dei Dsga fino ad una diversa politica sugli organici.

La Uil sostiene che le risorse da programmare per il rinnovo contrattuale e per dare fiato alla scuola devono essere individuate nel Def che oggi sarà discusso nel Consiglio dei ministri.

La Cisl  comunica che “sul contrasto alla precarietà non è andato oltre l’annuncio di un’imminente tornata concorsuale per la scuola secondaria, decisione che peraltro conferma quanto già previsto dalla normativa vigente, lasciando del tutto irrisolta la questione dei precari con consistente anzianità di servizio. Per questi ultimi, la nostra organizzazione rivendica da tempo il diritto alla stabilizzazione attraverso percorsi che prevedano un’adeguata valorizzazione dell’esperienza di lavoro nell’ambito di un sistema di reclutamento non affidato esclusivamente al canale dei concorsi ordinari. ”

La riunione si sarebbe dunque conclusa con il rinvio delle trattative e la conferma dello sciopero per il 17 maggio con le seguenti richieste

Regionalizzazione: salvaguardia del carattere unitario e nazionale del sistema scolastico

Emergenza salariale: trattamenti economici inadeguati a riconoscere l’importanza e il valore del lavoro nei settori della conoscenza

Emergenza precariato. Il ricorso ai contratti di lavoro a tempo determinato non si è affatto ridotto negli ultimi anni, nonostante ripetuti interventi legislativi in materia di reclutamento.

Emergenza personale ATA, costretto a carichi di lavoro crescenti e sempre più gravosi, con organici inadeguati e ricorso abnorme.

Lo sciopero interesserà tutto il comparto scuola per l’intera giornata, preceduto dall’astensione dalle attività aggiuntive non obbligatorie nel periodo 26 aprile – 16 maggio.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO