Bussetti: a scuola assunzioni con i concorsi, occorrono insegnanti preparati

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministro Bussetti, ai microfoni di Radio24, conferma la volontà del Ministero di avviare i concorsi per i docenti. I tempi

Alle domande sulle cattedre vuote e il problema delle supplenze, il Ministro ha risposto ribadendo che l’obiettivo è quello di stabilizzare attraverso i concorsi.

Concorsi  che – afferma Bussetti – si svolgono anche a tutela dei docenti.

Occorrono insegnanti preparati, che  superano prove concorsuali, e possano offrire la propria competenza e professionalità alla scuola, ha concluso il Ministro.

Ricordiamo che il concorso straordinario per infanzia e primaria è già stato approvato all’interno del Decreto Dignità e che sta per partire l’iter che porterà nel corso dell’a.s. 2018/19 alla pubblicazione del bando e all’espletamento della prova non selettiva.

Per quanto riguarda i concorsi per docenti della secondaria, i due previsti dal Decreto Legislativo n. 59 del 13 aprile 2017 (concorso per docenti con 3 anni di servizio e concorso per laureati con 24 CFU) sono stati messi in stand by dal Ministro nel corso dell’estate, in attesa di modifiche.

L’argomento concorsi e reclutamento sarà al centro dell’incontro al Miur con i sindacati del 5 settembre prossimo.

Concorsi docenti e DSGA, il 5 settembre sindacati al Miur

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione