Burnout: corsi di meditazione contro lo stress dei docenti e il bullismo

WhatsApp
Telegram

Fino a 15 anni fa solo pochi educatori prevedevano la pratica della meditazione o “consapevolezza” per sostenere il proprio benessere e quello degli alunni.

Fino a 15 anni fa solo pochi educatori prevedevano la pratica della meditazione o “consapevolezza” per sostenere il proprio benessere e quello degli alunni.

Nel 2015 possiamo, invece, constatare che  l’interesse contro questa pratica è ampiamente aumentato e molte organizzazione prevedono proprio l’uso della consapevolezza in ambito educativo. Soprattutto negli Stati Uniti migliaia sono gli educatori formati a questa pratica che a loro volta hanno condiviso con più di 300mila studenti. Un membro del Congresso degli Usa ha chiesto, addirittura che le pratiche di mindfulness fossero integrate nel sistema educativo.




Come mai questa pratica ha subito questa incredibile espansione in così pochi anni?

Gli insegnanti per mantenere il benessere psico fisico hanno bisogno di strumenti che li rendano anche efficaci nel proprio lavoro. Il mestiere dell’insegnante mette perennemente a rischio l’equilibrio emotivo e visto che gli insegnanti hanno nel loro ruolo anche il compito di creare un ambiente favorevole all’apprendimento, il compito sembra messo a dura prova anche dall’aumento degli alunni in ogni singola classe.

Oltre il 50% egli insegnanti valuta il proprio lavoro come molto stressante e circa la metà dei docenti lascia il proprio posto di lavoro entro i primi 5 anni di insegnamento. L’alto tasso di pensionamenti anticipati, inoltre, non fa che avvalorare quanto sia rigida la professione del docente.

Proprio in questo ambito entra in gioco la consapevolezza: aiutando a ridurre lo stress degli insegnanti aumenta il grado di soddisfazione ricavato dal proprio lavoro.

Un recente studio clinico ha evidenziato quanto un intervento di mindfulness possa offrire protezione contro la depressione da stress lavorativo: il benessere de docente, quindi, cresce con la consapevolezza facendo ridurre lo stress occupazionale. La consapevolezza può, in questo modo, ridurre in modo considerevole il fardello che gli insegnanti devono trasportare sulle proprie spalle svolgendo la propria professione.

Ma cosa è la consapevolezza? Si tratta di un corsi di formazione all’auto-consapevolezza e all’autoregolamentazione in cui  si prende atto di quella che deve essere la qualità dell’attenzione d il giusto atteggiamento della propria mente. Con la consapevolezza, quindi, si sviluppano diversi modi per  alleviare la mente e calmare il corpo cercando di soddisfare le esigenze richiesta dal proprio lavoro mantenendo allo stesso tempo un equilibrio emotivo.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiornato con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO