Buone ragioni per partecipare ad un open day a scuola: un esempio di progetto di orientamento e continuità in un istituto comprensivo

WhatsApp
Telegram

L’“Open day a scuola” è senza ombra di dubbio una delle migliori procedure adottate dalle scuole, anche italiane, per aprire la scuola al territorio, per presentare la scuola alla comunità. Organizzare l’open day a scuola (naturalmente più se ne fanno meglio è) significa ispirare fiducia e spingere verso un approccio delle famiglie curioso verso la scuola e, soprattutto, nei futuri studenti, in coloro cioè che dovranno scegliere l’istituzione scolastica per viverla nella loro compiutezza, anche quelli più piccoli. Con l’open day si fa comprendere cosa si fa nella scuola, nei suoi laboratori e nelle sue aule speciali, ed illustrare le metodologie, anche innovative (se ve ne sono) che si utilizzano. Si tratta di un aspetto importantissimo per trasmettere agli altri il livello di qualità che si offre a chi lo frequenta o lo intende frequentare. L’open day a scuola è un’occasione irripetibile, un modo attraverso il quale presentarsi e lasciare ai genitori e ai futuri iscritti un messaggio importante, che non si può far finta di non ascoltare.

L’accoglienza

Qual è questo messaggio? È quello dal quale traspare la garanzia di una eccezionale accoglienza e di una comunità di cui ognuno si sente parte integrante, privilegiando l’inclusione sociale, sposando una serie di valori importantissimi che includono l’educazione e l’orientamento, come fattori basilari per determinare la formazione della personalità. A ricordacelo (forse dovrebbe accadere ovunque) è il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Don Carlo San Martino – Villa Olginati di Montano Lucino (Como) guidato magistralmente, dal primo di settembre, dalla dottoressa Michela Farina. Questi sono i motivi principali per i quali gli istituti scolastici organizzano open day a scuola. Ma organizzare un open day a scuola non è una cosa semplice e richiede una perfetta organizzazione e programmazione dell’evento, strutturato in base a determinati fattori, primo tra tutti quello relativo al pubblico al quale si intende rivolgersi.

Diverse tipologie di Open Day

Non a caso, una prima distinzione la si fa proprio in merito alla tipologia di open day a scuola. Questi eventi possono essere distinti in:

  • Open day scuola dell’infanzia
  • Open day scuola primaria
  • Open day scuola secondaria di primo grado
  • Open day scuola secondaria di secondo grado.

Questa classificazione è indispensabile perché, come abbiamo detto, per quanto si possa trattare dello stesso evento, è anche vero che deve essere organizzato in modo dissimile: oltre a essere diversi i destinatari delle indicazioni scolastiche, diverse sono anche le progettazioni didattiche e, quindi, le attività svolte e gli aspetti didattici, formativi ed educativi sui cui puntare.

L’open day e l’impegno delle istituzioni scolastiche

Ciò che è una costante imprescindibile è il fatto che l’open day a scuola è un progetto tra quelli che richiedono maggiore impegno da parte di tutti. Per tutti si intende, naturalmente, l’intero staff dell’istituzione scolastica, i docenti e i collaboratori a vario titolo. Da come riuscirà tale evento discenderà come è vista l’immagine e della reputazione di una determinata scuola e, dunque, anche la possibilità di un numero maggiore di iscritti.

L’open day a scuola segno di maturità formativa

L’open day a scuola è un importante e indispensabile segno di maturità formativa. L’open day – come sottolinea il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Don Carlo San Martino – Villa Olginati di Montano Lucino (Como) – accompagna i familiari e i futuri allievi alla scoperta della scuola e della programmazione didattica proposta dai docenti della stessa, approfondendo le tipologie di attività e laboratori svolti presso la struttura, avendo cura di presentare, contestualmente, anche il corpo docente, le metodologie formative e didattiche e i paradigmi educativi adottati per la formazione dei più dei propri allievi e, ancora, per far conoscere, meglio e anche visivamente, ai genitori e ai rispettivi figli gli spazi della struttura dedicati agli allievi e all’interno dei quali avranno la possibilità di muoversi, di relazionarsi con gli altri e, principalmente e congiuntamente, con il mondo circostante. Da queste considerazioni si comprende l’importanza di un open day a scuola e la portata di un evento molto carico di significato, sia per l’istituto che lo ha promosso che per la famiglia chiamata a scegliere il meglio per i propri figli, per il loro futuro.

Progetto Continuità-Orientamento-Open Day

In allegato il progetto “Continuità-Orientamento-Open Day” dell’Istituto Comprensivo “E. De Filippo” di Poggiomarino (Na), diretto con competenza dalla Prof.ssa Marianna Massaro, concepito al fine di fornire strumenti che possano aiutare i discenti ad affrontare con maggiore consapevolezza le scelte legate al loro futuro”. Si tratta di un progetto per definire incontri volti a far conoscere le peculiarità dell’Offerta Formativa, le attività, le strategie e il tipo di didattica innovativa sperimentata nel corso degli anni nonché, gli spazi, i laboratori e gli strumenti tecnologici di cui dispone.

ORIENTAMENTO 2022-2023

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur