La Buona Scuola: scadenziario adempimenti per rendere attiva la riforma

WhatsApp
Telegram

Anche se La Buona Scuola è stata approvata dalla Camera per  rendere operativa la riforma il governo dovrà assolvere una serie di adempimenti nel corso dei prossimi mesi.

Anche se La Buona Scuola è stata approvata dalla Camera per  rendere operativa la riforma il governo dovrà assolvere una serie di adempimenti nel corso dei prossimi mesi.

Vediamo nello specifico quali sono e cosa comportano.

14 agosto 2015

  • Entro 30 giorni, alla data del 14 agosto, dovrà essere emanato un decreto che definisca la modalità di svolgimento di un corso intensivo per l’immissione in ruolo dei dirigenti scolastici ripescati.
  • Dovrà essere emanato un decreto che stabilisca come ripartire i 300 milioni di euro destinati alle scuole innovative a cui seguirà, entro 60 giorni, una selezione da 1 a 5 interventi per le scuole innovative




Inizio A.S. 2015/2016

Dovrà essere istituito il registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro

Settembre

Entro il mese di settembre il governo dovrà erogare alle scuole 4/12 del Fondo funzionamento delle istituzioni scolastiche e comunicare sempre alle scuole l’ammontare dei rimanenti 8/12.

Febbraio

Entro febbraio dovranno essere erogati alle scuole i rimanenti 8/12 del Fondo di funzionamento

13 settembre 2015

  • Entro 60 giorni, e quindi entro il13 settembre, dovrà essere emanato il decreto per l’equipollenza dei titoli rilasciati da scuole e istituzioni formative di rilevanza nazionale con la laurea, la laurea magistrale e il diploma di specializzazione.
  • Alla stessa data dovrà essere emanato un decreto che definisca i criteri e le modalità per l’assegnazione e l’utilizzo della Carta elettronica per l’aggiornamento e la formazione del docente in ruolo.

13 ottobre 2015

  • Entro 90 giorni, e quindi entro il 13 ottobre, dovranno essere ridefiniti i criteri di riparto del Fondo di funzionamento delle istituzioni scolastiche
  • Entro 90 giorni dovranno essere emanate le linee guida per le misure volte a semplificare gli istituti tecnici superiori.
  • Alla stessa data dovranno essere anche definiti i criteri per il riconoscimento dei crediti formativi universitari che lo studente potrà acquisire nei percorsi di studio.

Ottobre 2015

Entro il mese di ottobre dovrà essere predisposto il piano triennale dell’offerta formativa.

12 novembre 2015

Entro 120 giorni, alla data del 12 novembre, dovrà essere avviato un piano straordinario volto alla verifica di permanenza dei requisiti di parità scolastica.

1 dicembre 2015

Entro il 1 dicembre dovrà essere indetto un concorso per titolo ed esami per l’assunzione a tempo indeterminato di personale docente.

11 gennaio 2016

Entro 180 giorni, e quindi entro l’11 gennaio 2016 dovrà essere emanato il decreto riguardante le Istruzioni generali sulla gestione amministrativo contabile delle scuole, con lo scopo di semplificare l’amministrazione e la contabilità.

Sempre entro 180 giorni, 11 gennaio 2016, dovrà essere emanata la disciplina per

  • le modalità di individuazione del profilo dello studente da associare ad un'identità digitale;
  • le modalità di trattamento dei dati personali contenuti nel curriculum dello studente da parte di ciascuna istituzione scolastica;
  •  le modalità di trasmissione al MIUR dei suddetti dati ai fini di renderli accessibili nel Portale unico di cui al comma 136;
  •  i criteri e le modalità per la mappatura del curriculum dello studente ai fini di una trasparente lettura della progettazione e della valutazione per competenze

 

Entro la data dell’11 gennaio 2016 dovrà essere definita l’offerta formativa dei percorsi del sistema nazionale  di istruzione e formazione.

30 giugno 2016

  • Entro la fine di giugno del prossimo anno dovranno essere definiti gli ambiti territoriali delle province o delle città metropolitane.
  • Dovrà essere costituite le reti di scuola.

A.S 2016/17

  • Dovranno essere emanati decreti triennali per determinare gli organici dell’autonomia su base regionale.
  • Dovranno essere emanati i decreti per ripartire l’organico regionale tra i diversi ambiti territoriali.
  • Dovrà essere effettuato un decreto annuale per un ulteriore contingente di posti a tempo determinato destinati all’organico di fatto.

15  gennaio 2017

Entro 18 mesi dovranno essere emanati decreti legislativi in riferimento a:

  1.  nuovo testo unico dell’istruzione;
  2. formazione iniziale e immissione in ruolo dei docenti;
  3. promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità;
  4.  revisione dei percorsi dell'istruzione professionale;
  5. istituzione del sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita fino a sei anni;
  6. garanzia dell'effettività del diritto allo studio su tutto il territorio nazionale;
  7. promozione e diffusione della cultura umanistica, valorizzazione del patrimonio e della produzione culturali, musicali, teatrali, coreutici e cinematografici;
  8.  revisione, riordino e adeguamento della normativa in materia di istituzioni e iniziative scolastiche italiane all'estero;
  9. adeguamento della normativa in materia di valutazione e certificazione delle competenze degli studenti, nonché degli esami di Stato.

 Entro date non indicate

  • Dovrà essere effettuato un monitoraggio annuale dei percorsi delle attività di ampliamento dell’offerta formativa per i percorsi di istruzione per adulti
  • Dovrà essere emanato il decreto che definisca la Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro
  • Si dovrà adottare il Piano nazionale per la scuola digitale.
  • Dovrà essere istituito il Portale unico dei dati della scuola.
  • Dovrà essere emanato un decreto per la gestione del credito d’imposta delle erogazioni liberali destinate alla scuola.
  • Dovrà essere indetto un concorso per le proposte progettuali per gli interventi individuati dalle regioni.
  • Dovrà essere emanato un decreto che definisca i termini e le modalità di individuazione degli interventi di adeguamento strutturale e antisismico delle scuole.

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur