Buona Scuola, Pentenero: si presti ascolto alle Regioni su diritto studio e sistema 0-6

WhatsApp
Telegram

Comunicato  Assessorato Istruzione Piemonte – “Chiediamo che sui profili attuativi della legge 107/2015, la Buona Scuola, sia prestato il giusto ascolto al punto di vista delle Regioni”.

Lo dichiara l’assessora all’Istruzione, Lavoro e Formazione professionale della Regione Piemonte, Gianna Pentenero, che stamane è intervenuta all’audizione dei rappresentanti della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome da parte della commissione Cultura della Camera.

“E’ necessario, in particolare – aggiunge Pentenero –, che vengano affrontati con grande attenzione il tema dell’integrazione tra i sistemi dell’istruzione e della formazione professionale, anche alla luce del nuovo sistema duale; la questione del diritto allo studio, per cui occorre prevedere l’integrazione tra risorse nazionali e regionali, così come per l’inclusione scolastica degli alunni con disabilità. Bene, infine – conclude Pentenero –, il decreto sull’istituzione del sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita fino a sei anni, anche se va sottolineata l’insufficiente copertura finanziaria della misura e la necessità, anche su questo punto, di un maggior coinvolgimento degli enti locali”.

Carla Ruffino
Ufficio Comunicazione
Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione Professionale

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro