La Buona Scuola occasione per i Docenti di Conversazione in Lingua Straniera

WhatsApp
Telegram

Cettina Consolo Onnis Docente di Conv Inglese Liceo Linguistico DeSanctis/Deledda Cagliari – Siamo alla soglia del nuovo anno scolastico che quest'anno vedrà molti cambiamenti e già ora, molti neoassunti stanno sperimentando le nuove regole del Reclutamento della nuova riforma scolastica 'La Buona Scuola' , una riforma che porta alla super-mobilità dei docenti (tutti) su tutti gli ambiti territoriali a livello nazionale immettendo docenti in ruolo in qualunque parte d’Italia con provenienze nazionali.

Cettina Consolo Onnis Docente di Conv Inglese Liceo Linguistico DeSanctis/Deledda Cagliari – Siamo alla soglia del nuovo anno scolastico che quest'anno vedrà molti cambiamenti e già ora, molti neoassunti stanno sperimentando le nuove regole del Reclutamento della nuova riforma scolastica 'La Buona Scuola' , una riforma che porta alla super-mobilità dei docenti (tutti) su tutti gli ambiti territoriali a livello nazionale immettendo docenti in ruolo in qualunque parte d’Italia con provenienze nazionali.

L’intenzione qui è di dare qualche indicazione di come e dove saranno i cambiamenti per la nostra classe di concorso – del docente di conversazione in lingua straniera e come potrebbe cambiare il lavoro nel bene e nel male. I grandi cambiamenti della riforma coinvolgono tutti i docenti ed in sintesi riguardano il rimodellamento del monte ore annuale di ciascuna disciplina ed il potenziamento del tempo scuola anche oltre i modelli ed i quadri orari che conosciamo, questo utilizzando il 20% del monte ore annuale già

parte della quota autonomia e degli spazi di flessibilità.

Inoltre, la differenza sostanziale in confronto a quello che succedeva gli anni scorsi, per quanto riguarda il POF, è che adesso il POF sarà un Piano Triennale dell'Offerta Formativa sul quale tutti i docenti dovranno lavorare attentamente. Le scelte del Collegio dei docenti, in questo nuovo POF saranno le basi delle assunzioni future perché è proprio in quel momento che si stabiliranno le materie alternative e/o potenziamenti di una disciplina se non di indirizzo.

Ovviamente questo potrebbe significare, per il docente di conversazione, più possibilità se il potenziamento fosse previsto in altri gradi di scuole oltre al Liceo Linguistico dove il docente di conversazione è ormai rilegati. Il preside potrebbe assegnare cattedre e supplenze a docenti anche senza abilitazione specifica, ma considerando che tutte le classi di concorso dove si insegnano le lingue, incluso conversazione, potrebbero essere in grado di portare avanti un obiettivo della nuova offerta formativa – il Preside sceglie sicuramente in base ad un buon curriculum non solo all' anzianità di servizio ma anche sulla base di altre professionalità acquisite: conoscenze delle nuove tecnologie, esperienze lavorative in aziende ecc.

A questo proposito bisogna cominciare ad inserire, nel proprio curriculum, tutte le competenze possedute oltre all'insegnamento e sicuramente saranno importanti progetti come Etwinning, Erasmusplus e ex-Comenius, scambi, stage, certificazioni, PON che si sono fatti ed organizzati ecc. Bisogna coinvolgersi di più in attività nazionali ed europee e per questo è previsto un aggiornamento obbligatorio, quindi scegliete bene, anche se i finanziamenti per questo saranno pochi.

Ci sarà una programmazione pluri-settimanale e quindi i programmi dovranno essere aggiornati più spesso con più riunioni e ci sarà la possibilità di cambiare una programmazione che non funziona per raggiungere gli obiettivi del POF che comunque verterà sulle competenze e non sulle nozioni. Gli obiettivi sono importanti da raggiungere perché come dice Christian Raimo (internazionale.it/opinione/christian-raimo/2015/06/04/buona-scuola-senato-emendamenti) – in un sistema molto simile al sistema Toyota di Taiichi Ohno dove il personale viene assicurato solo un terzo dello stipendio ed il resto dipende dalla produttività, assenteismo e lealtà bisogna veramente lavorare con una squadra ben oliata – no puns intended!

In conclusione i docenti di conversazione hanno la possibilità con questa riforma di inserirsi nel mondo della scuola mettendo in valore la propria specificità e la propria professionalità, diversa dai docenti di lingua sempre se seguono le direttive europee e si tengono aggiornati.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti