Buona Scuola, Grasso (LeU): “non ha nulla di buono”. Docenti devono lavorare vicino casa e guadagnare di più

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Pietro Grasso, leader di LeU, è intervenuto sulla Buona scuola esprimendo un giudizio tutt’altro che positivo.

Come riferisce l’Ansa, Grasso ha parlato della riforma Renzi in questi termini:

“La Buona scuola di buono non ha nulla di buono…”.

Gli insegnanti devono svolgere il loro lavoro vicino casa, cosa che non è accaduta, dopo la mobilità straordinaria, seguita al piano di assunzioni, a causa dell’ormai famoso algoritmo.

Gli insegnanti, ha concluso Grasso, dovrebbero guadagnare di più e dovrebbero essere premiati in base al merito.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione