Buon inizio anno scolastico, con appello ai colleghi di ruolo a non accettare gli spezzoni oltre le 18 ore

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – La collega Giovanna posta sul forum un augurio di buon inizio anno scolastico e un appello ai colleghi affinchè gli spezzoni pari o inferiori a 6 ore permettano di lavorare ai docenti precari. Vogliamo sottolineare che alcuni dei collegi docenti o riuniti sabato 1° settembre o oggi, spesso sono composti da docenti ancora in attesa di assegnazione provvisoria/utilizzo, alcuni posti (sia a tempo determinato che indeterminato) non sono stati ancora coperti, molti Dirigenti scolastici sono ancora in attesa di una sede.

red – La collega Giovanna posta sul forum un augurio di buon inizio anno scolastico e un appello ai colleghi affinchè gli spezzoni pari o inferiori a 6 ore permettano di lavorare ai docenti precari. Vogliamo sottolineare che alcuni dei collegi docenti o riuniti sabato 1° settembre o oggi, spesso sono composti da docenti ancora in attesa di assegnazione provvisoria/utilizzo, alcuni posti (sia a tempo determinato che indeterminato) non sono stati ancora coperti, molti Dirigenti scolastici sono ancora in attesa di una sede.

Giovanna Onnis – Domani inizia il nuovo anno scolastico e, come ogni anno, ci aspettano tanti problemi da risolvere, tanti dubbi da sciogliere, ma speriamo anche tante soddisfazioni. Quali “novità” ci aspettano?

La riforma Gelmini arriverà nelle classi terze….. digitalizzazione e registri on-line….. nuovo sistema di valutazione delle scuole, un SNV che con Invalsi, Indire e corpo ispettivo avrà il compito di valutare le scuole e i Dirigenti…. introduzione della prova INVALSI nelle classi quinte con il dubbio che possa diventare la terze prova dell’esame di Stato…….

Il MIUR ha messo “tanta carne al fuoco” , non sempre di “prima scelta”…speriamo che non la “carbonizzi”!! Non sono particolarmente ottimista, ma cerco di non farmi sconfiggere dal pessimismo.

Molti di noi saranno costretti a lavorare in scuole non più autonome a causa del dimensionamento, in scuole praticamente senza DS perché molti dirigenti scolastici avranno la reggenza di più scuole.

Molti di noi saranno costretti a lavorare in sedi disagiate molto lontane da casa, a prendere servizio in nuove sedi per trasferimento d’ufficio o utilizzazione d’ufficio.

Molti colleghi DOP, senza possibilità di essere utilizzati per mancanza di posti, lavoreranno con l’angoscia di diventare dei “tappabuchi”.

Ci saranno anche e sicuramente colleghi che, invece, potranno lavorare nella stessa scuola degli anni scorsi, riprendendo le classi e salvaguardando la loro continuità didattica con gli studenti. Colleghi che potranno lavorare in scuole attrezzate, con laboratori funzionanti e con caseggiati a norma di sicurezza. Ci sono sicuramente anche questi colleghi, ma credo, purtroppo, che siano una minoranza.

Ritengo poi che la scuola non sia formata solo da noi docenti di ruolo, ma anche da tantissimi colleghi precari. Una parte di loro è riuscita ad essere immessa in ruolo e sarà doppiamente impegnata anche per superare l’anno di formazione. La maggioranza, però, è rimasta precaria e ha il desiderio e la speranza di poter lavorare. Noi docenti di ruolo non abbiamo nessun potere in merito, ma possiamo contribuire, nel nostro piccolo, affinché questa speranza possa realizzarsi almeno per una parte di loro.

Per questo motivo lancio un appello ai colleghi di ruolo “ Rifiutiamo qualsiasi proposta di orario aggiuntivo oltre le nostre 18 ore di cattedra”. Avere 2 – 4 o 6 ore in più non ci cambia la vita, ma potrebbe cambiarla per il futuro ai colleghi precari. Se un DS non trova in istituto colleghi disponibili per fare ore eccedenti, si ritroverà spezzoni che deve dare ai supplenti che potranno, quindi, lavorare tutto l’anno anche se solo per poche ore, ma sarà un servizio utilissimo per il punteggio e per la loro futura immissione in ruolo.

Non dimentichiamoci del nostro precariato….io per due anni da supplentina precaria ho lavorato co 4 – 6 ore settimanali, non mi pagavo neanche la benzina, ma mi è servito tanto per il punteggio. Diamo, quindi, ai colleghi che precari lo sono oggi, le stesse possibilità che abbiamo avuto noi"

_______

Gli appelli

Colleghi di ruolo, non accettate oltre le 18. Quelle poche salvano i precari

Supplenze: la FLC rilancia la campagna per gli spezzoni fino a 6 ore

Il forum

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito