Bullizzata durante un festino a scuola: bocciati “vittima” e “carnefici”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sono stati tutti bocciati gli studenti di Pistoia, che avevano organizzato un festino alcolico durante un’assemblea a scuola.

La notizia è riportata da iltirreno.it

Durante quella festa una compagna era stata bullizzata, fatta ubriacare, legata con il nastro adesivo e con il disegno sul volto di un fallo, e lasciata poi a terra semisvenuta sul prato esterno alla scuola.

Il tutto filmato e postato sui social. I ragazzi, compresa la vittima, furono sospesi dal consiglio d’istituto fino alla fine dell’anno, cosa che ha fatto guadagnare loro un 5 in condotta, che ha portato alla bocciatura.

Quattro studenti, testimoni del fatto, che non mossero un dito, furono sanzionati ma poi le sospensioni furono annullate per un vizio di forma dall’Organo di garanzia regionale, a cui tre famiglie avevano fatto ricorso. Sono arrivati una bocciatura, una promozione e due sospensioni del giudizio.

La vittima è stata sanzionata con la bocciatura per la condotta, perché fu proprio lei ad organizzare la festicciola, portando whisky e birra.
La polizia, chiamata da alcuni professori, aveva denunciato per violenza privata gli studenti autori del gesto.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione