Bullismo: testimone uno studente su tre alle superiori, scuola il luogo in cui si verifica. L’indagine

di Elisabetta Tonni
ipsef

item-thumbnail

I risultati dettagliati dell’indagine saranno presentati il 18 aprile, ma già quelli anticipati sul fenomeno del bullismo destano preoccupazione. 

L’indagine in questione è stata condotta dal centro Pio La Torre di Palermo ed è stata riportata sul quotidiano Repubblica.it, dove si comprende che il bullismo esiste ed è forse più frequente di quanto si immagini.

Secondo le anticipazioni, il 90% degli studenti della scuola secondaria di secondo grado è convinto che il fenomeno sia molto diffuso nelle scuole. Uno su tre ne è stato testimone diretto. Il 42% individua nella scuola proprio il luogo dove si manifesta questo fenomeno.

I ragazzi hanno assolutamente chiaro che cosa sia il bullismo, tanto da definirlo (per il 93,24% dei casi) un atteggiamento aggressivo e vessatorio da parte di alcuni verso altri percepiti come ‘più deboli’, che si ripete in maniera più o meno assidua. Solo un residuo 6,76 per cento ha un’opinione diversa rispetto a questa descrizione.

L’indagine è stata condotta su un campione di oltre 2.500 studenti che hanno partecipato al Progetto educativo antimafia e antiviolenza promosso per l’undicesimo anno dal Centro Studi Pio La Torre.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare