Bullismo e cyberbullismo, l’USR Lombardia chiede un referente per scuola

WhatsApp
Telegram

L’USR Lombardia ha invitato i dirigenti scolastici di tutte le istituzione delle regioni di ogni ordine e grado di segnalare il nome dell’insegnante referente del bullismo e del cyberbullismo per l’istituto di competenza.

La nota di riferimento è la 964 del 24 febbraio 2017 della Direzione Generale per lo Studente, la Partecipazione scolastica, l’integrazione e l’Orientamento del MIUR.

La richiesta è tesa a mappare i docenti referenti per programmare attività di informazione e formazione sui temi della prevenzione del bullismo e cyberbullismo.

La legge lombarda ha come scopo monitorare e contrastare i fenomeni, offrendo assistenza concreta e specialistica alle vittime; si vuole creare un’unica grande rete che coinvolga Regione, scuole, centri di aggregazione giovanile, istituzioni formative, aziende, società sportive dilettantistiche e penitenziari.

Secondo la Regione il fenomeno riguarda 71mila ragazzi tra i 15 e i 24 anni (addirittura 230mila i giovani che conoscono amici vittime di bullismo) sul territorio regionale.

L’emergenza viene affrontata dal provvedimento in tutti i suoi risvolti: bullismo telematico, realizzazione e diffusione online di video e immagini, molestie all’interno di chat-room, blog o forum, web-reputation, bullismo a sfondo sessuale. La legge costruisce e finanzia percorsi di assistenza alle vittime attraverso psicologi ed esperti certificati, anche con il supporto di associazioni e istituzioni attive sul territorio.

Per il 2017 sono stati stanziati 300mila euro.

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff