Bullismo, Campania: dopo ennesimo suicidio subito risposta legislativa

WhatsApp
Telegram
Ufficio stampa On. Micaela Campana – "L'anno scolastico è appena iniziato è già sono molte le segnalazioni di bullismo all'interno delle scuole e la tragica notizia di Andre, un giovane di Vercelli, morto suicida in seguito alle offese perpetrate su Facebook. Sempre di ieri è la notizia, di un quindicenne a Milano che ha schiaffeggiato un suo coetaneo per 40 centesimi. Sono dati allarmanti che impongono una risposta adeguata a quanti denunciano".

Ufficio stampa On. Micaela Campana – "L'anno scolastico è appena iniziato è già sono molte le segnalazioni di bullismo all'interno delle scuole e la tragica notizia di Andre, un giovane di Vercelli, morto suicida in seguito alle offese perpetrate su Facebook. Sempre di ieri è la notizia, di un quindicenne a Milano che ha schiaffeggiato un suo coetaneo per 40 centesimi. Sono dati allarmanti che impongono una risposta adeguata a quanti denunciano". Lo scrive in una nota Micaela Campana, responsabile Welfare del PD e prima firmataria di una proposta di legge per il contrasto al bullismo e al cyberbullismo in discussione in commissione Giustizia alla Camera.
 
"In diversi incontri con i manager nazionali ed internazionali delle maggiori piattaforme di social network, ed in particolare con Facebook Italia e America abbiamo cercato di analizzare le modalità di risposta e rimozione dei contenuti maggiormente offensivi. La piattaforma social più usata dai giovani ha un team di esperti che valuta le segnalazioni che gli arrivano ed oggi, assicurano le rimozioni sono più tempestive. Ho chiesto a Facebook America di mantenere i dati, soprattutto dei profili falsi, per permettere alla Polizia Postale una volta attivata la denuncia dai ragazzi o dai genitori di aver più tempo per identificare immediatamente la fonte. Con tutti si è convenuto che è necessario dotare il nostro sistema normativo di fattispecie ad hoc per consentire agli inquirenti di agire con dei riferimenti specifici e per aumentare la consapevolezza per adulti e minori che il web non è uno spazio franco da regole e leggi. – Conclude Campana – Nelle prossime settimane ricomincerà la campagna nelle scuole #bellimanonbulli per l'uso consapevole del web che ha già toccato decine di istituti e che grazie a partner importanti come Telefono Azzurro, Skuola.net, Polizia Postale ha consentito a tanti giovani di conoscere i rischi della rete e confidare le loro esperienze negative sul web e fuori".

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO